Ast, odg del Pd Umbria in direzione nazionale per sollecitare l’intervento del Governo

Assemblea regionale del PD (6)PERUGIA – “Non sarà questo Pd o questo Governo ad abbandonare al suo destino la siderurgia, un settore strategico dell’industria italiana, trascurando il destino di Acciai Speciali Terni (Ast) del Gruppo ThyssenKrupp”. Così il responsabile economico del Partito Democratico Filippo Taddei, che il prossimo 1 settembre sarà a Terni per incontrare lavoratori e cittadini.

“Alle parole seguono i fatti – sottolinea Taddei. Oggi l’amministratore delegato di Ast Lucia Morselli ha accolto la richiesta del Governo italiano di sospendere la messa in mobilità dei lavoratori. Il Pd pensa anche al futuro dei lavoratori e sostiene il Governo che comincia il prossimo 4 settembre al ministero dello Sviluppo economico un tavolo strategico per il piano industriale di Ast. Quel tavolo contribuirà in maniera decisiva a rendere l’eccellenza tecnologica e industriale di Ast in grado di sostenersi, mantenendo la presenza italiana in questo settore strategico. “Questa – secondo Taddei – è la migliore garanzia, probabilmente anche l’unica, per il futuro dei lavoratori di Ast e del suo indotto”.

“Le parole di Taddei e l’annuncio della sua presenza a Terni a settembre rappresentano un segnale importante – fa eco il segretario regionale del Pd Umbria Giacomo Leonelli – e testimoniano l’attenzione del Partito Democratico, a tutti livelli, per le sorti delle acciaierie ternane, un pezzo fondamentale del nostro patrimonio industriale, dei lavoratori e delle loro famiglie. Proprio ieri – sottolinea Leonelli – insieme ai rappresentanti umbri in direzione nazionale abbiamo proposto un ordine del giorno, poi assunto dalla direzione, che chiede al Governo di attivarsi presso la ThyssenKrupp perché l’azienda riprenda la contrattazione e ripristini al più presto un dialogo costruttivo con lavoratori e istituzioni”.

Intanto, “l’impegno del Pd dell’Umbria e del Pd di Terni – conclude Leonelli – è in queste ore massimo ed esclusivo relativamente al futuro delle acciaierie ternane”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*