Ast, Galgano (CI): Tk e governo riferiscano su futuro Acciaierie Terni

AST, un forte contrasto al consumo di alcol e di droghe
Le Acciaierie di Terni

Ast, Galgano (CI): Tk e governo riferiscano su futuro Acciaierie Terni

“A fronte dell’annuncio dell’ad di ThyssenKruppHeinrich Hiesinger sulla volontà di mettere sul mercato la Acciai speciali di Terni, ho depositato un’interrogazione chiedendo al governo di convocare, con la massima urgenza, un tavolo al quale partecipino i vertici della multinazionale, le istituzioni locali e le rappresentanze sindacali affinché vengano esplicitate le strategie a medio e lungo termine sul futuro delle produzioni di acciaio inossidabile a Terni e in Italia, anche in ragione delle pesanti ripercussioni produttive e occupazionali che rischiano di aversi sul sito umbro”. A dirlo è Adriana Galgano, deputata di Civici e Innovatori, annunciando di aver depositato un’interrogazione che verrà discussa nei prossimi giorni.

“L’Umbria è una delle regioni che ha pagato un prezzo altissimo per la crisi economica – aggiunge – dove, tra l’altro, la ripresa fatica a consolidarsi. Ast è un sito strategico per la tenuta dell’economia locale ma è soprattutto un’azienda chiave per la produzione di acciaio nel nostro Paese. Affidare ad una nota stampa l’annuncio della vendita di Ast, ha generato un clima di incertezza e di profonda preoccupazione. E’, quindi, indispensabile che la multinazionale tedesca riferisca cosa intende fare nel medio periodo rispetto ad Ast. Non vorremmo, infatti, ritrovarci – chiude Galgano – nella situazione in cui versano le ultime aziende vendute in Umbria e, nello specifico, con quanto accaduto con la cessione di Ast ad Outokumpu. E’, quindi, indispensabile rapportarsi con interlocutori affidabili e che diano ampie garanzie di solidità”.

Nei giorni scorsi, l’ad di Tk, Hiesinger ha infatti affidato ad una nota stampa l’annuncio circa la messa sul mercato di Ast, unico asset del gruppo ad essere venduto. Un annuncio che ha scatenato le reazioni di istituzioni locali e sindacati che hanno chiesto a gran voce al governo di intervenire per convocare un incontro con i vertici della multinazionale per chiarire le strategie a medio e lungo termine sul futuro delle Acciaierie di Terni.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*