Assessore Bartolini: tema province è primo punto seduta insediamento giunta regionale

Riforme ed assetto dirigenti, in giunta, Bartolini, arriva disegno di legge
Assessore Bartolini

“Il tema delle Province è al primo punto della seduta di insediamento della Giunta regionale che si terrà lunedì prossimo: come Assessore alle Riforme, proporrò l’immediata attuazione della legge 10 del 2015 sul ‘riordino delle funzioni amministrative regionali, di area vasta, delle forme associative di Comuni e comunali’ con una road map che porterà in tempi brevissimi al trasferimento delle funzioni e del personale che deve tornare alla Regione Umbria”. È quanto afferma l’assessore alle Riforme della Regione Umbria, Antonio Bartolini, in merito all’impossibilità di approvazione del bilancio da parte della Provincia di Perugia, rappresentata oggi dal presidente Mismetti.

“La Giunta regionale dell’Umbria – sottolinea l’assessore Bartolini – ha come propria priorità assoluta quella di riprendersi le proprie funzioni amministrative ed il relativo personale nel più breve tempo possibile. In occasione di un incontro che si è svolto a Palazzo Donini lunedì scorso, questa assicurazione è stata già data dalla presidente della Regione Catiuscia Marini ai presidenti della Provincia di Perugia, Nando Mismetti, e della Provincia di Terni, Leopoldo Di Girolamo. Saremo subito operativi già dalla prima Giunta di questa nuova legislatura”.

L’assessore Bartolini ricorda “che una parte del personale in esubero delle Province deve essere riassorbito anche da altri Enti e che c’è un impegno dello Stato, sinora disatteso, ad attivare procedure di mobilità a favore del Ministero della Giustizia e dei Tribunali. Siamo anche in attesa della definizione dei decreti attuativi del Jobs act per quanto riguarda il personale dei Centri dell’impiego”. “Resta ben inteso – conclude l’assessore alle Riforme – che la Regione Umbria, fermo restando il proprio convinto impegno ad assumersi integralmente gli oneri che le spettano, non può assumersi oneri che dipendono da scelte ed obblighi appartenenti ad altri livelli di governo”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*