Ascensori KO, Borghesi (PD) non si imputino responsabilità alla Provincia

Ascensori KO, Borghesi (PD) non si imputino responsabilità alla Provincia

Ascensori KO, Borghesi (PD) non si imputino responsabilità alla Provincia. 

da Erika Borghesi
Ho appreso dai quotidiani locali che i ritardi relativi alla realizzazione degli ascensori in Via XIV Settembre sarebbero dovuti alla mancata approvazione, da parte della Provincia di Perugia, del nuovo progetto presentato dalla ditta, in cui si prevede l’utilizzo di  “micropali” anziché pali da 80 cm di diametro per sostenere gli impianti che dovranno essere costruiti.

DOCUMENTAZIONE INCOMPLETA

In qualità di Consigliera Comunale ed anche Provinciale, mi sono immediatamente attivata per ottenere informazioni presso gli uffici provinciali competenti. Dalle verifiche, è emerso che ad oggi la documentazione prodotta dal Comune di Perugia e dal progettista dei lavori, risulta ancora incompleta, fatto che costituisce quindi il reale motivo dei ritardi.

Ritengo non corretto divulgare notizie difformi dalla realtà dei fatti, soprattutto nei confronti di un Ente, la Provincia, che ha da sempre assunto un atteggiamento collaborativo.

Invito pertanto il Comune di Perugia e chi di dovere a presentare con sollecitudine tutta la documentazione integrativa, così come richiesto dagli uffici provinciali, al fine di giungere alla corretta risoluzione di tutto l’iter autorizzativo.

Inoltre, dal momento che a febbraio il vecchio ascensore dovrà essere dismesso, ed oltrepassare tale termine significherebbe anche perdere i finanziamenti statali di euro 600.000 destinati all’opera, chiedo che il Comune si adoperi con maggiore celerità nel richiedere una proroga al Ministero dell’Ambiente.

La possibilità di perdere tali finanziamenti sarebbe un fatto molto grave per la città di Perugia, ed  andrebbe ad aggiungersi ai tanti disagi che i perugini stanno già tollerando ormai da troppo tempo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*