Unipegaso

Amministrative, Terni, più di 640 i candidati per Palazzo Spada

elezioniLa parola fine la metterà la commissione elettorale circondariale quando ratificherà o meno l’esclusione di Stefano Bolletta dalla corsa alla poltrona di sindaco. Secondo indiscrezioni che si sono susseguite per tutta la giornata di oggi, pare che dei 12 candidati sindaco, la commissione elettorale abbia escluso proprio la lista “Terni per il bene comune” di Stefano Bolletta che sabato mattina aveva presentato all’ultimo tuffo la sua candidatura portando a 12 il numero dei candidati sindaco e a 23 le liste con più di 640 candidati per 32 posti da consigliere comunale. Sembrerebbe che nella sua lista siano state rilevate delle irregolarità formali e sostanziali.

Non resta dunque che attendere l’ufficialità delle decisioni della commissione. Intanto ricordiamo che, anche nel caso in cui la commissione dovesse escludere la lista di Bolletta, la corsa alla poltrona di sindaco sarebbe comunque “affollatata”. A sfidare, infatti, il sindaco uscente, Leopoldo Di Girolamo, sostenuto da 7 liste: Pd, Sel-Sinistra per Terni, Progetto Terni, Cittaperta-Terni Dinamica, Il Giacinto – Alde Terni 2020, Terni Oltre, Italia dei Valori; ci saranno Paolo Crescimbeni, sostenuto da 5 liste: Forza Italia, Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale, I love Terni, Acciaio, Terni Città Futura; Francesco Bartoli, sostenuto da 2 liste: Democrazia diretta, Terni Verde; e poi Lorenzo Carletti (Rifondazione comunista), Angelica Trenta (Movimento 5 Stelle), Franco Todini (Il Cammello); Dario Guardalben (Guardalben la buona città – Scelta civica per l’Italia); Romano Sciarretta (Nuova Primavera), Valerio Mecarelli (Terni da Salvare); Enrico Busco (Partito Italia Nuova), Piergiorgio Bonomi (Casapound).

 

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*