AMMINISTRATIVE 2014, CARLA SPAGNOLI, “SITUAZIONE IMMOBILE A DUE MESI DAL VOTO”

Politica, Carla Spagnoli: "Il Sindaco Andrea Romizi ha ragione"

carla-spagnoli“A poco più di due mesi dalle prossime elezioni, a Perugia la situazione politica è vergognosamente immobile, senza novità né fatti concreti”. A sostenerlo è Carla Spagnoli, presidente onorario del Movimento per Perugia.

“A sinistra, come ampiamente previsto, Boccali ha vinto le primarie del Pd, alla faccia del ricambio e della rottamazione renziana! – continua la Spagnoli – Non si può certo definire nuovo Wladimiro Boccali, uno che dal 1990 a oggi è stato consigliere comunale, assessore per due mandati e sindaco in questi ultimi cinque anni in cui Perugia ha visto, tra i tanti problemi, la chiusura di molte imprese e attività, la desertificazione del centro storico, l’accentuarsi del problema sicurezza e il crollo degli iscritti all’Università! L’attuale sindaco rappresenta quel potere politico che da anni controlla Perugia e l’Umbria. Che nel Pd fosse stato già tutto deciso lo dimostra la mancanza di un’alternativa forte alle primarie, una figura “popolare” e di rottura con questo sistema di potere… D’altronde a sinistra è difficile trovare oggi figure di alta caratura politica e morale come quella, ad esempio, di Giorgio Casoli, che è stato il sindaco più insigne e illuminato della storia di Perugia!”

Sulla destra, Carla sostiene “la situazione è addirittura peggiore: a due mesi dalle elezioni Forza Italia, Nuovo Centrodestra e Fratelli d’Italia non hanno ancora presentato un candidato credibile, un nome in grado di competere con la sinistra… Ogni giorno escono nomi di possibili candidati, sia politici sia della società civile, che puntualmente vengono bruciati. Non è ammissibile che ogni 5 anni il centrodestra si riduca a scegliere il suo candidato all’ultimo minuto: ciò dimostra che questa “opposizione” non ha alcuna intenzione di voler cambiare le cose a Perugia! È così difficile costruire nel tempo delle candidature credibili e forti, capaci di proporsi come alternative a questa sinistra? Non c’è un nome credibile da presentare, che non sia il solito “candidato a perdere” o consigliere da sistemare? Sono 60 anni che la sinistra governa indisturbata, Perugia – conclude la Spagnoli – piano piano sta morendo e i politici, di destra e di sinistra, stanno a guardare!”

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*