AMBIENTE A TERNI, BREGA, “LA MIA, UNA PROPOSTA COSTRUTTIVA”

Nomine sanità, consigliere Brega stupito per dichiarazioni sindaco Terni
Eros Brega

 

Eros Brega
Eros Brega

Tra favorevoli e contrari, la proposta del presidente del consiglio regionale, Eros Brega, di una sottocommissione per valutare la situazione dell’ambiente a Terni ha aperto una discussione sulla questione ambientale che registra, tra gli altri, gli interventi del sindaco Di Girolamo e dell’assessore regionale Rometti.

Di Girolamo dice che “suscita stupore ed è del tutto impropria alla luce della situazione attuale e di quanto stanno facendo le istituzioni locali, compresa la Regione dell’Umbria su questo fronte”.

“Le questioni che riguardano le tematiche ambientali di Terni – afferma Di Girolamo – sono ampiamente conosciute, analizzate e messe in evidenze da studi approfonditi e rilevanti”.

Secondo Di Girolamo “ci sono quindi tutti gli elementi per dire che la valutazione approfondita e realistica dell’ambiente del nostro territorio è già acquisita, presupposto fondamentale per mettere in atto le misure strutturali che occorrono”.

L’assessore regionale Rometti, dal canto suo, ritiene che “non servono ulteriori studi, ma è necessario dare priorità all’individuazione di risorse per interventi di miglioramento della situazione attuale. La situazione ambientale della Conca ternana rappresenta una delle maggiori criticità per la quale le istituzioni, Regione in testa, stanno da tempo mettendo in atto azioni finalizzate al superamento delle stesse” Per Rometti “si tratta di trasformare queste conoscenze in azioni concrete, volte a limitare le cause dell’inquinamento”.

A questo punto replica Brega che si dice soddisfatto del fatto che Rometti “riconosce la “grande criticità” della situazione ambientale della Conca ternana dando conto dell’impegno della Regione e delle altre istituzioni.

“Rometti – spiega il presidente del Consiglio regionale – ha confermato di fatto quanto da me sostenuto in seconda commissione circa la gravità della situazione della Conca ternana e l’urgenza di intervenire. Bene, quindi, che non siano necessari ulteriori studi e approfondimenti. L’augurio – aggiunge – è che a partire dalle prossime settimane si intervenga con misure appropriate e concrete, e potendo contare su risorse adeguate. Il senso della mia sollecitazione – precisa Brega – mirava appunto a sottolineare l’esigenza di agire presto e bene: se l’esito di questa mia iniziativa è quello descritto dall’assessore non posso che dichiararmi soddisfatto e considerare superata la proposta della sottocommissione.  Altri rappresentanti istituzionali di rilievo, in queste ore – conclude Brega – anziché raccogliere il senso costruttivo della mia iniziativa hanno reagito manifestando “stupore” , polemizzando con il sottoscritto, senza entrare nel merito delle questioni poste”.

 

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*