Alta velocità Umbra, con Frecciarossa opportunità per uscire dall’isolamento

Bisogna tuttavia essere consapevoli che c’è ancora tanta strada da fare

Freccia a Orte? Terni e Spoleto declassate, si indebolisce l'Umbria intera

Alta velocità Umbra, con Frecciarossa opportunità per uscire dall’isolamento

PERUGIA – “L’alta velocità rappresenta un’opportunità fondamentale per Perugia. Con il passaggio del Frecciarossa da Arezzo si apre finalmente un varco verso l’approdo ad un‘infrastruttura strategica, da un punto di vista economico e logistico”. Lo afferma il capogruppo di Forza Italia del Comune di Perugia, Massimo Perari, all’indomani dalla notizia sulla sperimentazione dell’alta velocità operata da Trenitalia per potenziare il traffico dall’Umbria. Il progetto prevederà il passaggio dalla stazione di Arezzo a quella di Perugia grazie al Frecciarossa delle 6:11 del mattino e analogamente il Frecciarossa in partenza da Milano alle 19:30. Il servizio consentirà l’andata e il ritorno da Milano in alta velocità in sole tre ore, oltre a permettere di raggiungere Torino alle 9.55.

“Un progetto a cui, come Forza Italia, abbiamo lavorato con tenacia anche in Comune a Perugia già nei mesi scorsi e che ha prodotto un ordine del giorno approvato all’unanimità, in data 6 marzo, a firma dei capigruppo, per chiedere a Regione, Ministero dei Trasporti e Trenitalia di impegnarsi affinché la sperimentazione partisse.

Si tratta di un’infrastruttura strategica per consentire a Perugia, e all’Umbria, di uscire dall’isolamento che le hanno spesso penalizzate.

Essere collegati alle altre direttrici nazionali significherà consentirci di mettere a frutto le risorse presenti in regione, come le eccellenze universitarie e paesaggistiche, fondamentali per dare un nuovo slancio allo sviluppo.

Bisogna tuttavia essere consapevoli che c’è ancora tanta strada da fare, in particolare per collegare il resto dell’Umbria all’alta velocità. Raccogliere questa scommessa significherà compiere un primo passo – conclude nella sua nota il consigliere Perari – per dare un aiuto concreto all’economia regionale”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*