Primi d'Italia

Agrigiovedì: Agea, quella che paga sempre in ritardo

Il quarto appuntamento con la rubrica sull'agricoltura a cura dell'on. Filippo Gallinella (M5S)

Inceneritore in Umbria, Onorevole Gallinella: "La Regione lavori"
Filippo Gallinella

da Filippo Gallinella (deputato M5S e membro in commissione Agricoltura)

L’attività amministrativa, connessa in particolare al sostegno comunitario, è complessa e storicamente difficile. La compresenza di un ente pagatore nazionale e di numerosi enti pagatori regionali non rende le cose altrettanto facili, anche se questa coesistenza non è di per sé la causa principale delle disfunzioni e difficoltà. In ogni caso occorre mettere mano ad una verifica delle attività in corso.

Al fine di evitare sovrapposizioni di competenze, duplicazioni ed inefficienze, occorre trasferire e accentrare ad Agea, compatibilmente con le regioni, quante più funzioni da organismo pagatore. Personalmente, sono per eliminare gli organismi regionali trasformandoli in uffici territoriali dell’agenzia, quindi, sotto direzione unica.

Senz’altro, è necessario riportare in capo ad Agea il coordinamento tecnico e informatico delle varie attività svolte in modo da realizzare una governance proficua, al fine di controllare i servizi esternalizzati.

Inoltre, far sì che i Centri di assistenza agricola e gli organismi pagatori, in quanto terminali operativi del sistema informativo gestito da Agea, ottimizzino il processo di raccolta delle informazioni e di monitoraggio in modo da assicurare in tempo reale la trasmissione dei dati all’organismo di coordinamento e, allo stesso tempo, garantire loro, nel rispetto delle rispettive competenze, l’accesso al database di Agea evitando un possibile disallineamento delle informazioni.

Un intervento da fare è separare la gestione del contenzioso relativo alle attività della “vecchia” Agea dalla nuova organizzazione dell’Ente e “liberalizzare” il fascicolo aziendale.

Così facendo il SIAN diventerebbe un sistema informatico potente da poter essere utilizzato anche da altre amministrazioni per controllare anche illeciti.

A settembre arriverà la proposta di riforma Agea in Commissione e cercheremo di intervenire per rendere più efficace la macchina organizzativa.

Aspetto, come sempre, i vostri commenti e suggerimenti. Arrivederci al prossimo giovedì con un nuovo appuntamento sull’agricoltura.

 

 

Print Friendly, PDF & Email

1 Commento su Agrigiovedì: Agea, quella che paga sempre in ritardo

  1. Siamo sicuri che Agea sia un “sistema” da potenziare? Funzionano molto meglio gli organismi pagatori regionali. Ci sarà una ragione?

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*