Aeroporto, Galgano (CI): scaduto il termine per FlyVolare, guardiamo oltre

Aeroporto, Galgano (CI): scaduto il termine per FlyVolare, guardiamo oltre
Aeroporto Perugia San Francesco di Assisi

Aeroporto, Galgano (CI): scaduto il termine per FlyVolare, guardiamo oltre

Aeroporto, è scaduto anche l’ulteriore termine che Sase ha concesso a FlyVolare, dopo quello del 3 settembre fissato dal contratto originario, per ottenere le autorizzazioni e le concessioni per gli slot per effettuare i voli dall’aeroporto San Francesco d’Assisi. A quanto apprendiamo, non sembrano esserci notizie positive in merito. I 30 giorni aggiuntivi accordati dalla società di gestione dello scalo umbro sono già stati generosi, è il momento di andare oltre e recuperare le risorse impegnate per ampliare l’offerta voli con compagnie che diano maggiori garanzie di affidabilità. Il settore del trasporto aereo è molto complesso e il nostro aeroporto per decollare ha l’esigenza di avere compagnie solide”. Così Adriana Galgano, deputata di Civici e Innovatori, torna sulla questione dell’aeroporto di Perugia esortando Sase a fare un passo avanti.

“Molto positive – aggiunge – sono le notizie relative alla possibile chiusura della trattativa su Madrid che deve essere portata a termine. Si tratta, infatti, di una destinazione strategica per l’Umbria visto che permette di intercettare i flussi turistici provenienti dal Sud America con evidenti riflessi positivi sull’economia locale”.

In effetti, il 3 settembre è scaduto il termine del contratto che era stato sottoscritto tra Sase e FlyVolare per l’avvio dei voli dall’aeroporto di Perugia. Voli che non possono decollare fino a quando la compagnia non otterrà dalle autorità maltesi l’autorizzazione ad esercitarli e poi dovrà disporre anche delle concessioni per gli slot. Gli ulteriori 30 giorni che Sase aveva concesso sono, ormai, trascorsi ma, per il momento, non ci sono notizie di una svolta da parte di FlyVolare. In ballo ci sono i 500mila euro che la società che gestisce l’aeroporto di Perugia ha anticipato alla compagnia in questione e che, qualora non dovesse onorare il contratto, dovranno essere restituiti.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*