Ok Rosatellum bis, Ciprini e Gallinella: “Hanno scelto la poltrona e fatto a pezzi la democrazia. La nostra battaglia continua in Senato”

Chiederemo pacificamente davanti al Quirinale che il presidente Mattarella non firmi questa legge vergognosa, che toglie ogni diritto di scelta ai cittadini

Da Filippo Gallinella e Tiziana Ciprini deputati M5S in Parlamento

La Camera ha dato il via libera, a scrutinio segreto, al Rosatellum bis con 375 sì e 215 no e, nelle prossime settimane, passerà all’esame del Senato.

Dure le reazioni dei deputati pentastellati Filippo Gallinella e Tiziana Ciprini, secondo i quali quello di ieri è solo il ‘primo round’: “Hanno scelto prima la poltrona e hanno fatto a pezzi la democrazia.

Il corso della storia non si ferma con una legge che è la peggiore della storia, una legge truffa che darà un risultato diverso dal volere del popolo, concepita da questa accozzaglia di partiti che non è in grado di vincere elezioni senza imbrogliare” – commentano i parlamentari umbri, che aggiungono: “I 66 franchi tiratori dimostrano che i sabotatori delle leggi elettorali ce li hanno loro, noi siamo stati sempre leali.

La percezione degli italiani è chiara, provano a fermarci ma il consenso per il M5S aumenta. Continueremo a portare la protesta nelle piazze – concludono Gallinella e Ciprini – e, quando il testo della legge elettorale verrà discusso a Palazzo Madama, faremo sentire la nostra voce.

Chiederemo pacificamente davanti al Quirinale che il presidente Mattarella non firmi questa legge vergognosa, che toglie ogni diritto di scelta ai cittadini“.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*