Macroregione, Giulietti: “Occasione di sviluppo e crescita per l’Italia centrale”

foto intervento Giulietti tavolo contratti di fiume“La fusione delle Regioni Umbria, Toscana e Marche in un’unica macroregione è una sfida affascinante e coraggiosa che, se verrà vinta, garantirà maggiori opportunità di sviluppo e una migliore qualità della vita agli abitanti di queste comunità”. E’ quanto affermato dall’on. Giampiero Giulietti in merito al tema di stretta attualità della riduzione del numero delle regioni italiane con conseguente accorpamento di Umbria, Toscana e Marche.

“Regioni di dimensioni maggiori ci consentirebbero infatti di offrire servizi migliori a cittadini ed imprese, ridurre la spesa pubblica, contenere la pressione fiscale e recuperare quel peso specifico in Europa che nel tempo è andato perduto. – ha aggiunto il deputato Pd – Umbria, Marche e Toscana vantano indubbie radici comuni e sono caratterizzate da un’elevata omogeneità sia dal punto di vista economico e politico,che sociale e culturale; per rilanciare il nostro Paese e è necessario fare scelte coraggiose che ci spingono verso una riforma costituzionale che preveda anche la riduzione del numero delle regioni.

Sulla proposta di accorpare le regioni dell’Italia centrale si sono confrontati qualche giorno fa i presidenti di Umbria, Toscana e Marche Marini, Rossi e Ceriscioli; insieme queste tre regioni occupano un’area di oltre 40.000 km quadrati per un totale di 6 milioni di abitanti e ciò significa che la nuova macroregione avrebbe un peso e un ruolo, sia a livello nazionale che internazionale, ben maggiori rispetto a quelli che hanno oggi le singole regioni.

La fusione di Umbria, Toscana e Marche si basa su un’idea condivisa di sviluppo e su un percorso comune di crescita delle comunità; – ha concluso l’on. Giulietti – già oggi queste tre regioni sono chiamate a condividere molte questioni, dalle infrastrutture alla sanità al turismo, ed è proprio da questo tessuto comune che possiamo partire per promuovere una reale integrazione dei territori, valorizzando le specificità e le indubbie eccellenze dell’area umbro-tosco-marchigiana”.

1 Commento su Macroregione, Giulietti: “Occasione di sviluppo e crescita per l’Italia centrale”

  1. Si sono d’accordo a condizione che il processo delle macroregioni riguardi tutta l Italia. L’aggregazione avrebbe risvolti molto interessanti anche in sanità.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*