Volley B1, Tuum Perugia consolida reparto centrali con Martina Tiberi

Martina Tiberi (attacco)
Martina Tiberi in fase di attacco

Le magliette nere acquistano una giocatrice di spessore nata e cresciuta in Umbria – L’atleta nata a Marsciano nel 1991 è alta 182 centimetri e sarà il perno della squadra

(umbriajournal by Avi News) – PERUGIA La Tuum Perugia ha messo a segno un altro colpo nel mercato estivo fornendo all’organico, che si prepara al campionato di serie B1 femminile, un ulteriore valido strumento per rendersi competitivo.

Le magliette nere chiudono il reparto centrali con una giocatrice di spessore, per anni incontrata da avversaria. Un’atleta conosciuta e stimata dagli addetti ai lavori poiché nata e cresciuta in Umbria.

La novità di cui si parlava ormai da tempo è la centrale Martina Tiberi che mostra tutto il suo ottimismo: “Ho sempre visto la società sportiva perugina dall’esterno e mi è parsa ambiziosa, competente, capace di offrire una vetrina di alto livello. Tra la dirigenza ci sono persone che conosco da tempo, di cui ho molta stima e molta fiducia, situazione che, ovviamente, mi fornisce maggiore tranquillità. Gran parte delle ragazze le conosco, chi è stata mia compagna di squadra, chi avversaria, volti comunque, familiari. Dando uno sguardo al girone credo che sarà un campionato alquanto equilibrato, al contempo difficile e stimolante. Personalmente mi aspetto tanto da questa nuova stagione, negli ultimi anni sono cresciuta molto tecnicamente ma, soprattutto, mentalmente, e spero di dare un grande contributo alla squadra”.

Martina Tiberi è nata a Marsciano il 20 ottobre 1991 ed è alta 182 centimetri. L’atleta ha mosso i primi passi nel settore giovanile della sua città, esordendo in prima squadra nel 2006 e disputando quattro stagioni di B1. Nel 2010 ha giocato a San Feliciano in B2, poi è rientrata a Marsciano per militare un anno in B1 ed uno in B2 e nel 2013 è passata a Bastia Umbra in B1. Infine ha vestito i colori di Orvieto per due anni in B1. Adesso sarà un perno della Tuum Perugia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*