Sindaco Romizi incontra ambasciatore argentino Arnaldo Tomas Ferrari

gettate le basi per una futura collaborazione con il paese sudamericano

Sindaco Romizi incontra ambasciatore argentino Arnaldo Tomas Ferrari

Sindaco Romizi incontra ambasciatore argentino Arnaldo Tomas Ferrari

Il sindaco Andrea Romizi ha incontrato questa mattina nella sala Rossa di palazzo dei Priori l’ambasciatore d’Argentina in Italia Arnaldo Tomas Ferrari. Nel corso dell’incontro, molto cordiale, c’è stato uno scambio di doni e sono state gettate le basi per una futura collaborazione con il paese sudamericano. In avvio l’ambasciatore ha voluto esprimere il proprio apprezzamento per l’ospitalità ricevuta da parte del Comune di Perugia e personalmente per il sindaco Romizi, di cui ha detto di conoscere le qualità e l’impegno.

Sotto quest’ultimo profilo il sindaco, nell’accogliere i graditi ospiti, ha sottolineato che l’Amministrazione in carica sta cercando di fare del proprio meglio per far compiere alla città un salto di qualità dopo un periodo di forte crisi che ha interessato tutta l’Italia.

“In questo contesto è grande la responsabilità che sento di avere sulle mie spalle, perché non è cosa semplice essere il sindaco di una città di storia e rinomate tradizioni come Perugia”.

Entrando nel dettaglio della visita il sindaco ha sottolineato che l’Amministrazione sta cercando di rafforzare le relazioni internazionali con città e Paesi stranieri, partendo dalle gemelle, ma interloquendo anche con altri. Per quanto concerne i rapporti Italia-Argentina, l’ambasciatore ha posto l’accento sul fatto che metà della popolazione del paese sudamericano è composta da italiani, compresi molti emigranti dall’Umbria.

Dunque le relazioni tra i due paesi, oltre che improntate sui canali governativi ed istituzionali, sono soprattutto tra singoli cittadini e risultano da sempre molto intense. L’obiettivo che si è posto l’Argentina per il futuro è di riportare studenti in Italia, partendo proprio da Perugia dove, dopo il boom del 2004-2005, a partire dal 2010 si è registrato un forte calo di presenze.

Per il resto rimane importante la collaborazione con l’Umbria in molti settori, con particolare riferimento a quello relativo alla produzione dell’olio, vera e propria ricchezza della regione italiana, molto apprezzata in Argentina.

Il colloquio si è poi incentrato su questioni di interesse comune, come ad esempio l’aeroporto di Sant’Egidio sul quale, ha detto Romizi, si sta lavorando per far ripartire l’offerta e valorizzare, dunque, il territorio anche grazie al cosiddetto turismo religioso. Rispondendo ai quesiti dell’ambasciatore in merito ai principali progetti in atto in città.

il sindaco ha posto l’accento in primis su “Perugia-digitale e l’innovazione tecnologica; l’arrivo della banda larga a Perugia, progetto pilota a livello nazionale, consentirà alla città di avere un’infrastruttura di prim’ordine in grado di garantire alle imprese maggiori potenzialità a livello concorrenziale, ma anche ai singoli cittadini di accedere, direttamente dai computer di casa, a molti servizi pubblici, con conseguenti benefici in termini di riduzione del traffico e dell’inquinamento. Romizi ha riferito che Perugia è da sempre territorio sede di grandi eccellenze nell’ambito delle aziende: dal tessile alla meccanica, passando per l’alimentare con la Perugina in testa.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*