Sessione europea 2016, prima commissione approva risoluzione

l'Assemblea legislativa si riunirà in sessione europea, partendo proprio da questa proposta di risoluzione

Sessione europea 2016, prima commissione approva risoluzione
Palazzo Cesaroni

Sessione europea 2016, prima commissione approva risoluzione

Nella seduta che si è svolta questa mattina a Palazzo Cesaroni, la Prima commissione dell’Assemblea legislativa dell’Umbria, presieduta da Andrea Smacchi, ha approvato all’unanimità la proposta di risoluzione che prende atto del programma di lavoro della Commissione europea per il 2016. “Per la prima volta – ha sottolineato il presidente Smacchi – l’Assemblea legislativa si riunirà in sessione europea, partendo proprio da questa proposta di risoluzione. Con questo documento individuiamo tre temi come caratterizzanti e identitari per l’Umbria: la formazione, per cogliere al meglio le opportunità provenienti dall’Europa; l’economia circolare sul riuso e la rigenerazione; l’accessibilità ai fondi comunitari per le piccole e micro imprese”.

L’atto di indirizzo, di cui sarà relatore in Aula il presidente Smacchi, manifesta l’interesse della Regione a partecipare alla formazione di atti del programma di lavoro della Commissione attraverso la “informazione qualificata” e compatibilmente con i lavori delle Commissioni consiliari.

Individua nella sussidiarietà il principio giuridico da valorizzare e favorire nel percorso partecipativo. Impegna le strutture di Giunta e Assemblea a garantire piena collaborazione per favorire la partecipazione della Regione alla fase ascendente del diritto europeo. Impegna la Giunta, attraverso il servizio Servizio Europa, sia garantito un approccio competitivo alla programmazione europea a valere sui fondi gestiti direttamente da Bruxelles.

Dispone la creazione di un’area dedicata, all’interno del sito internet dell’Assemblea legislativa, in cui raccogliere informazioni e risultati sull’attività di partecipazione della Regione ai processi decisionali europei. Esprime l’interesse a partecipare alla formazione di progetti relativi alle iniziative europee*, impegnando la Giunta a proporre apposite deliberazioni in merito alla posizione della Regione sui singoli argomenti.

*INIZIATIVE EUROPEE Agenda per nuove competenze per l’Europa: promuovere lo sviluppo delle competenze, compreso il riconoscimento reciproco delle qualifiche. Sostenere la formazione professionale e l’istruzione superiore. Sfruttare appieno il potenziale dei posti di lavoro digitali. Pacchetto sull’economia circolare: affrontare i problemi economici e ambientali ottimizzando l’efficienza nell’uso delle risorse, coprendo l’intera catena di valore e e promuovendo l’innovazione.

Follow-up della strategia del mercato unico: favorire la crescita delle pmi e delle start up, regolamentare le professioni, definire un nuovo approccio al fallimento delle imprese e all’insolvenza, agevolare la prestazione transfrontaliera dei servizi, ovviare agli ostacoli normativi nei settori dei servizi alle imprese e delle costruzioni, strandardizzare le norme sui servizi.

Sessione europea

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*