Pozzo Etrusco Perugia, inaugurato il nuovo allestimento FOTO E VIDEO

Complessivamente, per tutte le fasi di intervento, sono stati necessari oltre 150.000 euro

Pozzo Etrusco Perugia, inaugurato il nuovo allestimento

Pozzo Etrusco Perugia, inaugurato il nuovo allestimento PERUGIA – Inaugurato questo pomeriggio il nuovo allestimento del pozzo etrusco o pozzo Sorbello con la più moderna passerella in vetro e acciaio e un più adeguato impianto di illuminazione. Rinnovata anche la sala d’ingresso con volte in mattoni, dove il pubblico può assistere alla proiezione di un video 3D con informazioni storiche e architettoniche sul pozzo.

All’inaugurazione erano presenti, insieme a Ruggero Ranieri di Sorbello, numerosi ospiti, tra cui gli assessori comunali Urbano Barelli e Maria Teresa Severini, il Presidente del Consiglio Comunale Leonardo Varasano con il consigliere Franco Ivan Nucciarelli, gli onorevoli Laffranco e Verini.

“E’ un piacere –ha detto il Vicesindaco Barelli- inaugurare uno dei luoghi simbolo della nostra città, esempio di storia e di ingegneria allo stesso tempo, di cui Perugia può far vanto, insieme all’Acquedotto e alla Fontana maggiore. E’ esempio anche della proficua collaborazione tra pubblico e privato per il recupero di un bene culturale che indubbiamente va ad accrescere l’attrattività turistica della città, oggi più importante che mai.”

Proprio su questo tema è intervenuta anche l’Assessore Severini che ha ribadito l’importanza dei siti archeologici per il turismo. “L’Umbria –ha detto- non è riconosciuta come sito archeologico dal turista, per cui serve una spinta ulteriore all’attenzione verso i numerosi elementi archeologici che Perugia e la nostra regione possiedono e che sono meno conosciuti, in un’ottica di integrazione tra tutti i monumenti di epoche diverse.” I lavori, voluti dalla Fondazione Ranieri di Sorbello –proprietaria del pozzo, che proprio dalla famiglia prende il nome- sono stati realizzati in diverse fasi, sotto la regia dello studio perugino di architettura Stefano Chiocchini.

Dopo il restauro della vera del pozzo, primo esempio di art bonus in Italia, lo scorso anno, in due fasi successive sono stati, appunto, rinnovati la sala d’ingresso, realizzata in un vecchio magazzino (prima ancora pub), dove sono stati restaurati un antico muro etrusco e le volte, quindi a partire dallo scorso 23 gennaio per circa un mese, si è lavorato alla sostituzione della vecchia passerella in ferro con una nuova in acciaio e cristallo temperato, antisdrucciolo e autopulente e della vecchia illuminazione con un nuova a led, che non dà calore e che, anzi, permette di mettere in luce particolari del pozzo prima non visibili. Grazie a questi lavori, è stato possibile rendere l’atmosfera all’interno del pozzo più salubre, riducendo del 20% l’umidità e del 15% il calore. Infine, è stato riqualificato e messo in sicurezza il vicolo esterno d’ingresso al pozzo.

Complessivamente, per tutte le fasi di intervento, sono stati necessari oltre 150.000 euro, di cui in parte si è fatta carico la Fondazione, in parte –per la vera- è stato utilizzato l’Art bonus e, in parte –per l’illuminazione- è stato concesso un contributo da parte del Comune di Perugia. Subito dopo l’inaugurazione, dalle 18 circa e fino alle 19.30, il pozzo è stato aperto per una visita gratuita, dopo che –nel corso della mattinata- si era, invece, tenuto a Palazzo Sorbello il convegno sulla valorizzazione dei beni e siti archeologici. La giornata è stata realizzata con il patrocinio dal Comune di Perugia, della Regione dell’Umbria, dall’Università degli studi di Perugia, ICOM Umbria e con il contributo di Umbra Acque.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*