Perugia, nuovo circolo e tante attività rivitalizzano il parco della Pescaia

Impegnati quotidianamente molti volontari guidati dall’Associazione diritti degli anziani. Ristrutturato e inaugurato il bar della Casa del parco che sarà aperto tutti i giorni

(umbriajournal.com) by AVInews PERUGIA – A tre mesi esatti dalla firma della convenzione con il Comune di Perugia, sta già dando i primi frutti il lavoro dei volontari che si sono impegnati a prendersi cura del parco della Pescaia. Se in questo periodo non è, infatti, mai venuto meno il controllo e la pulizia dell’area e già sono stati organizzati alcuni eventi, adesso il progetto che punta a far rivivere il parco fa un ulteriore e importante passo in avanti. Venerdì 10 novembre, all’interno della Casa del parco, è stato inaugurato il bar del circolo dell’attivissima Associazione per i diritti degli anziani (Ada) Umbria capofila delle associazioni firmatarie dell’accordo con l’amministrazione comunale. Tra i presenti Francesco Ciurnella, vicepresidente di Ada onlus e segretario regionale di Uil pensionati.

L’impegno dei volontari. “Dopo un intenso lavoro di ristrutturazione e riorganizzazione – ha commentato Ada Girolamini, presidente dell’Ada Umbria – e un impegnativo intervento finanziario, siamo finalmente riusciti a riaprire il bar del parco. Abbiamo coinvolto alcuni giovani e fatto fare ai volontari l’apposito corso Haccp. Questo è un importante servizio che offriamo ai nostri soci ma anche a tutti coloro che frequentano quotidianamente questi giardini: è un modo per animare il parco e fare in modo che le persone lo vivano sempre più intensamente”.

La riapertura del bar ristrutturato. Il bar del circolo sarà aperto tutti i giorni, mattina e pomeriggio e, oltre a fornire i classici servizi come colazioni e caffè, dispone anche di ampie sale riscaldate dove poter stare in compagnia, discutere, giocare o anche solo sfogliare un giornale. Un aspetto, questo della socialità, che è stato sottolineato da più di una persona intervenuta alla cerimonia di inaugurazione. Tanti sono, infatti, i volontari che sfruttano questa opportunità e che si impegnano per rendere più vivibile l’area, in particolare Renata e Gianfranco, tra i più attivi nella sua manutenzione e nell’allontanare o segnalare alle forze dell’ordine la presenza di “brutte facce”.

Le attività in programma. “Il nostro lavoro non si limita a questo – ha quindi precisato Girolamini –. Nella struttura stiamo anche allestendo un’audioteca. Due giorni alla settimana, inoltre, si tiene un corso di attività motoria e adesso stiamo facendo partire il corso di autodifesa per donne e persone anziane. Forniremo loro tutta una serie di consigli per prevenire ed evitare di trovarsi in situazioni difficili”. In cantiere c’è poi un corso per acquisire “abilità quotidiane” della vita domestica, rivolto a ragazzi, uomini e donne sole. “È un’iniziativa – ha spiegato la presidente dell’Ada Umbria – dove insegniamo tutte quelle attività, come stirare, lavare o cucinare, che servono nella vita di tutti i giorni e ci rendono autonomi. È aperto anche a coloro, magari stranieri, che fanno l’attività di badante e che hanno necessità di conoscere meglio le nostre abitudini”.

Festa degli alberi. A breve, il 22 novembre, è infine in programma la Festa degli alberi durante la quale i volontari accompagneranno bambini e giovani studenti alla scoperta del parco e delle sue piante e racconteranno loro la storia, anche antica, di quell’area.

Nicola Torrini

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*