Perugia 2024 per Cascia, 4mila euro raccolti in favore delle popolazioni terremotate

Una raccolta che ha permesso di donare risorse per 4mila euro alla Croce Rossa ed al Comune di Cascia

Perugia 2024 per Cascia, 4mila euro raccolti in favore delle popolazioni terremotate PERUGIA – Si è tenuta questa mattina la conferenza stampa di chiusura dell’iniziativa benefica voluta dall’Associazione Perugia 2024, in collaborazione con la Pro Loco di Colombella ed il Comune di Perugia per raccogliere fondi a favore delle popolazioni terremotate di Cascia. La cena solidale organizzata dalle associazioni qualche giorno fa a Colombella ha fatto registrare numeri importanti, con oltre 600 partecipanti, tra cui il sindaco di Perugia Andrea Romizi, il presidente del Consiglio Varasano, assessori e consiglieri dell’Ente perugino.

Una raccolta che ha permesso di donare risorse per 4mila euro alla Croce Rossa ed al Comune di Cascia a sostegno delle popolazioni colpite dal sisma. “Voglio ringraziare la Proloco di Colombella – ha detto il presidente del Consiglio comunale di Perugia Leonardo Varasano, tra i promotori dell’iniziativa – per aver condiviso questa iniziativa, per le straordinarie capacità organizzative, la vivacità ed il protagonismo e per la sensibilità dimostrata verso le popolazioni colpite dal sisma”.

Colombella è una delle realtà del Comune di Perugia più sane, vitali ed attente al dramma del terremoto, un dramma, ha aggiunto, “che l’Umbria affronta, grazie a Dio, senza lutti, ma con la necessità di ricostruire bene e al più presto”.

L’impegno di Perugia 2024, però, non si ferma qui. Lo stesso Varasano, infatti, ha annunciato altre iniziative in varie zone della città in collaborazione con le associazioni cittadine e la Croce Rossa. “Il successo di queste collaborazioni è dovuto al fatto che, grazie alla presenza della Croce Rossa, si crea una sorta di “canale sicuro”, immediato e trasparente per raccogliere e donare fondi ai terremotati; nel contempo il fatto di ritrovarsi insieme durante queste cene e momenti conviviali conferma ed intensifica quella vivacità che da sempre contraddistingue Perugia sotto il profilo dell’associazionismo e della partecipazione attiva alla vita della città”.
L’on. Laffranco, presente all’incontro, ha confermato che tra gli obiettivi dell’Associazione vi è quello di tenere alta l’attenzione sul tema della ricostruzione, visto che la stessa non sta funzionando al meglio. Per questo è necessario fare qualcosa di concreto anche tramite piccoli gesti come quello odierno. Ciò per supportare le popolazioni terremotate la cui sofferenza fisica e psicologica è stata ed è enorme.

Il Presidente della Pro Loco di Colombella Stefano Monni si è detto orgoglioso di aver potuto sostenere Cascia grazie alla fattiva collaborazione con il Comune di Perugia e l’associazione Perugia 2024. Il presidente ha ricordato che la pro loco è costituita da molti giovani e sta riuscendo a riunire le tante forze presenti nelle frazione perugina.

In rappresentanza della Croce Rossa, infine, il commissario regionale Paolo Scura ha fatto il punto della situazione per ciò che concerne l’utilizzo delle risorse nelle zone terremotate da parte della Cri. Ricordando che l’organizzazione è stata capace di raccogliere la bellezza di oltre 18 milioni di euro per la ricostruzione, Scura ha riferito che le somme ricavate dalla prima cena solidale (a San Martino in Colle), ossia circa mille euro, sono state destinate alla messa in sicurezza ed alla creazione di uno spazio per bambini nel campo di accoglienza della frazione di Ancarano di Norcia.

I 4mila euro raccolti a Colombella, invece, serviranno per contribuire alla realizzazione del nuovo presidio sanitario nella zona di Cascia, resosi necessario a seguito delle lesioni subite dall’ospedale. A fine cerimonia Varasano ha donato al presidente Monni, in rappresentanza di tutta la comunità di Colombella, un rappresentazione di palazzo dei Priori.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*