Primi d'Italia

Parco Chico Mendez sempre più nel degrado, erba altissima e problemi di illuminazione

Una delle situazioni di maggior degrado

Parco Chico Mendez, uno dorme mezzo nudo e un altro fa i bisogni

Parco Chico Mendez sempre più nel degrado, erba altissima e problemi di illuminazione
PERUGIA – “Negli anni a Perugia le aree verdi e parchi cittadini sono diventate tantissime, tanto da essere tra le prime città italiane per numero di aree verdi in base alla popolazione.” – dichiara la Consigliera del PD Emanuela Mori – “Il problema è che negli ultimi anni il comune di Perugia ha drasticamente ridotto le spese per la manutenzione e la cura del verde e delle strutture di svago all’interno dei parchi. Sempre più sono le lamentele e le segnalazioni dei cittadini per i tanti disagi che subiscono quotidianamente.”

“Una delle situazioni di maggior degrado” – continua la consigliera – “è quella del Parco Chico Mendez dove insiste anche la struttura ex villa Nanni, fonte di insicurezza e di pericolo per l’intero quartiere. In questa aerea le graminacee stanno già spigando e la diffusione di piante infestanti che porta alla crescita dei “forasacchi” pericolosissimi per la salute dei cani. Inoltre l’erba altissima rende difficile ai cani, anche se di grande taglia, di poter beneficiare di spazi verdi, con il rischio che siano costretti a camminare per i vialetti e non tutti i padroni hanno il rispetto civico per mantenere il decoro.

Ma ci sono anche altre criticità come quella del bivacco continuo e anche del cattivo funzionamento della pubblica illuminazione. Infatti alcuni punti luce non funzionano e questo crea problemi di sicurezza nel parco, specie nelle ore notturne.

Le segnalazioni fatte da alcuni fruitori del parco contattando i numeri riportati sui lampioni per l’intervento tecnico hanno mostrato che a rispondere non sono gli uffici tecnici del Comune, ma alcuni operatori di un call center di Ancona, che a fronte della segnalazione hanno ammesso di non conoscere minimamente la struttura urbanistica della città, non sapendo ubicare neanche il quartiere di Madonna Alta.”

Vista la grave situazione” – conclude la Mori – “ho presentato oggi un’interrogazione per chiedere alla Giunta ed in particolare all’Assessore competente Barelli, quali sono gli interventi in programma nel breve periodo per ridare decoro a questo parco anche per garantire la sicurezza ai fruitori dell’area, considerando l’arrivo della bella stagione e del maggiore utilizzo da parte di famiglie, bambini e cani.”

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*