Leonardo Cenci ospite a Rai Radio2 a “Non è un paese per giovani”

Leonardo Cenci con Giovanni Veronesi e Massimo Cervelli ha parlato della sua partecipazione alla maratona di NY

Cervelli, Cenci e Veronesi a Rai Radio2

“Sarò il primo italiano della storia a correre la maratona di New York con un tumore in atto”: Leonardo Cenci oggi, martedì 27 settembre, a ‘Non è un paese per giovani’, il programma di Rai Radio2 di Giovanni Veronesi e Massimo Cervelli, annuncia la sua partecipazione alla maratona di NY, insieme al presidente del Coni Giovanni Malagò, del 6 novembre 2016.

 

Cenci ha corso 12 chilometri alla Maratona di Roma accompagnato da Malagò nonostante gli sia stato diagnosticato un tumore inoperabile al polmone al quarto stadio con metastasi alla testa. La diagnosi è avvenuta nel 2012, quando aveva 39 anni. I medici gli avevano dato 6 mesi di vita, oggi ha 43 anni. ‘Non è un paese per giovani’, come da sua vocazione, ha raccontato l’esperienza di coraggio di un giovane italiano che di necessità ha fatto virtù, senza filtri, con il suo taglio sempre attento all’attualità, ma anche alle storie di chi in Italia, seppur con fatica, rimane. Riascolta la puntata qui: http://bit.ly/2cyCK6G

LEONARDO CENCI ED AVANTI TUTTA

Avanti Tutta Onlus nasce il 13 giugno 2013 da una idea di Leonardo Cenci, appassionato di sport, con la corsa nel cuore, che sta combattendo da oltre tre anni contro la malattia. Slogan dell’associazione è: «Combattere il cancro… si può… e si deve!».

 

«Come dimostrano i più recenti studi scientifici, il cancro è e sarà sempre più una malattia curabile ed il successo è da attribuire alla prevenzione, intesa come miglior alleato per far migliorare la qualità della vita dei malati affetti da questo male». È questo il messaggio che Leonardo Cenci sta diffondendo per dare a tutti speranza, coraggio ed ottimismo e che rendono lui e la sua associazione unica nel suo genere.

 

La mission di Avanti Tutta Onlus è quella di dare dignità ai malati di cancro, di promuovere la pratica sportiva nei protocolli di terapia contro il cancro, uno stile di vita corretto e sano e di favorire una campagna di solidarietà per acquistare materiale per il reparto di oncologia dell’ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia.

Tra i progetti già portati a termine ci sono le donazioni di: 60mila euro per finanziare alcune borse di studio per la ricerca; una palestra interna all’ospedale con l’acquisto dei macchinari necessari (in collaborazione con la Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia); televisori a led 42 pollici; letti da lungodegenza di ultima generazione; un video proiettore ed un notebook; un impianto di filodiffusione, per allietare le sedute dei pazienti che si devono sottoporre alla chemioterapia; poltrone per la chemioterapia; poltrone di ultima generazione per i familiari che assistono i malati ricoverati ed alcuni comodini; degli opuscoli informativi per i malati e i familiari; la messa in posa della carta da parati nelle camere e nel corridoio; luci al led; seggiole a rotelle. Tra le iniziative c’è anche la costruzione di nuova rotatoria nell’area verde di Pian di Massiano, realizzata con il contributo di Grafox e Mc Restauri.

 

Leonardo, inoltre, è stato ufficialmente riconosciuto da Giovanni Malago, presidente del Coni, come «primo italiano della storia a correre la maratona di New York con un cancro in atto» in occasione della loro partecipazione congiunta alla Maratona di Roma, avvenuta lo scorso 10 aprile. Il presidente di Avanti Tutta, tra le numerose attestazioni di stima, è stato invitato a raccontare la sua storia presso 12esima commissione Igiene e Sanità del Senato della Repubblica e lo scorso novembre in Vaticano ha ricevuto il Premio Internazionale “Giuseppe Sciacca” per le Attività Sociali ed il Volontariato.


 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*