Fiera dei Morti a Perugia, parcheggiatori abusivi e violenza psicologica su turisti e visitatori

Mancini (ln) “fenomeno da contrastare per il bene di perugia e dell’Umbria”

Fiera dei Morti a Perugia, parcheggiatori abusivi e violenza psicologica su turisti e visitatori. “È una situazione insostenibile che non rende giustizia alla città di Perugia e all’Umbria. Il fenomeno dei parcheggiatori e venditori abusivi va fermato con un’azione concreta, volta all’incremento del numero di Forze dell’ordine e ad un controllo più selettivo sulla concessione e il rinnovo dei permessi di soggiorno”. Così il consigliere regionale Valerio Mancini (Lega Nord-vicepresidente Assemblea legislativa dell’Umbria), a seguito del suo “sopralluogo alla Fiera dei Morti a Pian di Massiano, manifestazione di rilevanza regionale e al centro della programmazione di eventi autunnali del Comune di Perugia”. Per Mancini “è inammissibile che gruppi di parcheggiatori abusivi, alcuni addirittura provenienti da fuori regione (secondo quanto emerso dai controlli delle Forze dell’ordine), si aggirino nei parcheggi della Fiera.

Cosa ancora più grave è che, in alcuni casi, la Polizia municipale sia impotente nel fronteggiare il fenomeno poiché alcuni soggetti sono formalmente ‘in regola’ in quanto aventi il permesso di soggiorno rilasciato grazie al possesso di una partita iva, con reddito pressoché nullo. Certi soggetti spesso si muovono in gruppo ed esercitano una chiara violenza psicologica contro turisti e visitatori, in molte occasioni costretti ad elargire qualche euro perché intimoriti dal contesto creato attorno a loro”. “Occorre intervenire al più presto in tema di sicurezza e decoro urbano – rimarca Mancini -, perché è palese che la presenza copiosa e asfissiante di questi parcheggiatori abusivi, oltre a rappresentare una forma di microcriminalità, a ledere le attività commerciali del territorio, è pure un danno di immagine notevole per la città di Perugia e per l’Umbria. Il mio auspicio è che almeno nell’ultimo fine settimana della Fiera, la Polizia municipale, in sinergia con le altre Forze dell’ordine, riesca a reprimere queste azioni illegali”.

L’esponente umbro del Carroccio fa sapere che, nel corso del sopralluogo ha “ascoltato con attenzione le esperienze di alcuni vigili urbani: il loro presidio sul territorio è generoso – spiega -, ma purtroppo devono fare i conti con la triste realtà dei numeri, visto che a causa anche delle scelte del Governo Renzi, si trovano sotto organico. Quanto appurato è un fenomeno difficile da gestire, ma non si può per questo rinunciare a risolverlo. Al Partito Democratico perugino, che finalmente sembra preoccuparsi di legalità e sicurezza, consiglio di indirizzare i comunicati stampa al proprio Governo centrale che con la sua politica dell’invasione, ha di fatto posto le basi per certi fenomeni!”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*