Claudio Ricci, piano rifiuti, bene commissione, esperienza da tradurre

La Commissione è stata una grande occasione di approfondimento

Ottima tenuta edifici terremoto Valnerina, Ricci, ricognizione nelle scuole
Claudio Ricci

Claudio Ricci, piano rifiuti, bene commissione, esperienza da tradurre

Questa commissione ha lavorato in un momento delicato di trasformazione perché da quattro Ati si va verso l’operatività dell’Auri che spero possa portare a risparmi per famiglie e attività. Lo scenario è molto complesso: anche se si raggiungesse il 70 per cento medio di raccolta differenziata, che sarebbe un grande risultato, rimarrebbe comunque un flusso da portare in discarica pari a 115mila tonnellate all’anno.

Di fronte a noi abbiamo il tema di come gestire questa quota non piccola. Inoltre i lavori della Commissione ci hanno mostrato una sempre maggiore applicazione della tariffa puntuale: si paga in base a quanto si produce. Molti di noi sono contro l’ampliamento delle discariche e sono certi che sia un fatto ultimo quando non vi è altra modalità di chiudere prima il ciclo. Ma allora dove portiamo queste 115mila tonnellate di indifferenziato?

I prossimi 2-3 anni saranno decisivi per rispondere a questa domanda. Auspichiamo che la riflessione fatta in questa Commissione di inchiesta possa continuare nel quadro di una Commissione permanente. Come mi auguro che con l’arrivo dell’Auri i mezzi che trasportano i materiali indifferenziati possano essere dotati di sistemi gps per poter controllare in maniera precisa l’origine, la destinazione e la tipologia del materiale che viene gestito.

Bisognerà creare situazioni nelle quali si possa andare a scegliere nel mercato situazioni e modalità gestionali che possano portare al miglior risultato possibile, che si riverberi in un miglioramento sui costi per comuni, persone e attività.

La Commissione è stata una grande occasione di approfondimento. Questo lavoro deve continuare sicuramente nella costituenda commissione permanente che si occuperà anche di tossicodipendenze, e poi nelle commissioni competenti per gli aspetti legislativi, come la Seconda”.

Claudio Ricci

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*