Primi d'Italia

Città etrusche al Patrimonio Unesco, firmato il protocollo d’intesa tra Perugia e Orvieto VIDEO

Il provvedimento fa seguito alla delibera approvata in data 30 dicembre 2015

Città etrusche al Patrimonio Unesco, firmato il protocollo d’intesa tra Perugia e Orvieto

Città etrusche al Patrimonio Unesco, firmato il protocollo d’intesa tra Perugia e Orvieto PERUGIA – Il Comune di Perugia ed il Comune di Orvieto hanno sottoscritto questa mattina il protocollo d’intesa per la presentazione della candidatura unitaria nella Heritage List Unesco delle “Spur – città etrusche” (Spur è il termine etrusco che significa proprio “città”). Le due città, infatti, hanno i requisiti necessari per essere inserite nel patrimonio Unesco, caratterizzate l’una –Perugia- da una cinta muraria senza eguali e l’altra –Orvieto- dall’essere stata sede del santuario federale della Dodecapoli.

Perugia ed Orvieto, dunque, saranno a fianco in questo percorso che partirà con uno studio preliminare per individuare le altre città da coinvolgere nel progetto, con l’intento di essere incluse nella “tentative list” italiana dei siti da inserire nel patrimonio dell’Unesco. L’iniziativa rappresenta uno straordinario atto di civiltà per il nostro Paese, in quanto volta a tutelare le testimonianze etrusche nel millenario processo storico dell’occidente, segnalandole attraverso il riconoscimento che offre l’Unesco con la sua dichiarazione di “Patrimonio dell’Umanità”. “La firma del protocollo d’intesa con il Comune di Orvieto è un importante tassello nel processo di candidatura Unesco su cui l’amministrazione comunale lavora già da tempo –ha detto il Sindaco Romizi, che era presente all’incontro insieme all’Assessore alla Cultura Maria Teresa Severini- crediamo molto in questo progetto e sull’identità etrusca che ci accomuna, come patrimonio sia per lo sviluppo turistico che culturale della città”.

Un ringraziamento particolare allo staff dei due comuni che hanno lavorato per arrivare a questa firma è arrivato dal Sindaco di Orvieto, Giuseppe Germani, presente alla firma in compagnia dell’Assessore alla cultura del Comune, Alessandra Cannistrà e ai due consiglieri con delega Unesco Alessandro Vignoli e Roberta Cotigni. “Questa vuole essere anche un’ulteriore occasione –ha detto il Sindaco Germani- per mandare un messaggio forte fuori dalla regione per dire che non tutta l’Umbria è terremotata, ma che anzi, nelle nostre due città si può venire in tutta tranquillità.”

“La cinta muraria etrusca rappresenta un fine preciso da valorizzare – ha spiegato l’assessore Severini – e che ci permette, in maniera specifica di porre l’accento sulla nostra storia, e di valorizzare, con questa candidatura, la ricchezza che abbiamo, visto che Perugia e Orvieto rappresentano due capisaldi della nostra regione.” L’assessore Teresa Severini ha espresso soddisfazione per l’accordo su un progetto che permetterà non solo la valorizzazione del patrimonio monumentale delle origini etrusche della città ma anche l’inserimento in una diffusa rete di relazioni finalizzata alla promozione culturale e turistica del territorio e delle sue eccellenze. Per l’Assessore Cannistrà il protocollo rappresenta tra l’altro un “segnale di vivacità che la regione cerca di far arrivare all’esterno, permettendo di far conoscere ai tanti visitatori caratteristiche così peculiari delle due città, con un’attualizzazione della storia etrusca e del dialogo tra città antica e città moderna, finalizzato alla conservazione di questo grande patrimonio.”

Il provvedimento fa seguito alla delibera approvata in data 30 dicembre 2015, con cui, preso atto del superamento del progetto “Città etrusche della Dodecapoli”, è stato avviato un nuovo percorso finalizzato alla candidatura unitaria ed orientato verso la valorizzazione di quelle città uniche in quanto sede di monumenti straordinari, nonché espressione dei valori della cultura etrusca.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*