Carla Casciari (Pd) a Strasburgo in rappresentanza dell’Umbria per il CPLRE

Si tratta della trentunesima sessione del Congresso dei Poteri Locali e Regionali del Consiglio d'Europa che si è aperta oggi a Strasburgo

Carla Casciari PD suPolitiche di genere

“Etica e trasparenza a livello locale e regionale, partecipazione e rappresentanza politica delle donne a livello locale e regionale, strategie locali e regionali per contrastare la radicalizzazione di fenomeni di razzismo e xenofobia”: sono i temi centrali dell’agenda della trentunesima sessione del Congresso dei Poteri Locali e Regionali del Consiglio d’Europa che si è aperta oggi a Strasburgo, cui sta partecipando il consigliere regionale Carla Casciari in qualità di membro titolare della delegazione italiana, composta da diciotto rappresentanti tra consiglieri regionali, sindaci e rappresentati delle autonomie locali.

“Tra i temi al centro del dibattito c’è quello che riguarda le pari opportunità e la rappresentanza femminile – sottolinea Casciari – e devo riscontare che nonostante gli sforzi compiuti in questi ultimi anni, l’Italia conserva una percentuale di rappresentanza femminile nelle assemblee regionali inferiore al 20 per cento, un dato che non varia se si guarda il numero di donne elette sindaco (13 per cento). Migliora invece la rappresentanza femminile nelle assemblee municipali, dove la percentuale sale al 27 per cento. Questi numeri sono forniti dalle rilevazioni sulle elezioni locali nel 2015 e che sono all’esame del Congresso in questi giorni”.

“Come dimostrano i numeri – prosegue – c’è ancora da fare per consentire alle donne di entrare a far parte attivamente della vita istituzionale del proprio territorio e l’Umbria si sta dimostrando ancora all’avanguardia. Infatti, il disegno di legge per la parità di genere e una nuova civiltà nelle relazioni fra uomini e donne, che è stato approvato oggi dalla terza commissione e presto giungerà in Aula per la discussione generale, va nella giusta direzione di assicurare alle donne strumenti di tutela e sostegno in tutte le fasi della vita, in particolare con azioni per la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro”.

“Gli argomenti che discuteremo in questi tre giorni – continua Casciari – sono di stringente attualità per l’Italia e per l’Umbria: si parlerà di diritti sociali, di inclusione e di come affrontare i cambiamenti che i fenomeni demografici e i flussi migratori stanno determinando in tutti i Paesi europei. Auspico che i documenti approvati dal Congresso sapranno indirizzare e sensibilizzare tutti i governi dei 47 paesi membri del Consiglio d’Europa, al fine di individuare strategie comuni per l’integrazione e scongiurare ogni discriminazione”.

Carla Casciari, oltre che partecipare alle riunioni della sessione plenaria del Congresso, prenderà parte al Comitato per gli Affari Correnti, dove è stata delegata insieme ad altri sei rappresentanti italiani. Nel corso della giornata di ieri, martedì 18 ottobre, la delegazione italiana ha incontrato l’Ambasciatore Marco Marsilli, Rappresentante Permanente d’Italia presso il Consiglio d’Europa.

“Vorrei esprimere – conclude Casciari – le mie congratulazioni a Piero Fassino, eletto ieri presidente del Gruppo socialista europeo presso il Congresso dei Poteri Locali e Regionali. Una candidatura fortemente sostenuta dalla delegazione italiana che vedrà l’Italia in prima linea per riaffermare all’interno del CPLRE un ruolo determinante  per consolidare l’immagine di un’Europa dei diritti contro ogni forma di discriminazione”.


 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*