Calcio, Cesena-Perugia, inizia bene e finisce in pareggio

Un pari buono, quello ottenuto in trasferta all’esordio dai ragazzi di Christian Bucchi

Calcio, Perugia-Carpi Tim Cup, 2-1 è vittoria del Grifo
Foto di Umbria Radio

Calcio, Cesena-Perugia, inizia bene e finisce in pareggio.

Di Marco De Ciuceis – Inizia bene al Manuzzi di Cesena il campionato del Perugia targato Christian Bucchi. E alla fine il buon pareggio per 1-1 lascia quasi l’amaro in bocca ai 1.500 tifosi dei grifoni arrivati in Romagna.

I biancorossi si muovono con disinvoltura e mettono sovente in difficoltà i cesenati sulle fasce, con la catena di destra, composta da Del Prete e Zapata, capace di scambiare corsia con quella di sinistra, composta da Alhassan e Guberti, e con entrambe in grado di mettere al centro palloni molto invitanti.

Bianchi al centro dell’attacco attira su di sé le attenzioni del reparto difensivo di casa, consentendo a Dezi – davvero pimpante il suo esordio in biancorosso – di inserirsi con frequenza e di creare le occasioni più pericolose verso la porta difesa da Agazzi. Bene la prova del centrocampo biancorosso nel suo complesso, l’unico che vedeva gli innesti di nuovi arrivati: Dezi, appunto, e Ricci.

All’8’ del primo tempo il meccanismo offensivo dei grifoni funziona a meraviglia: Del Prete la mette al centro dalla destra, Bianchi fa a sportellate con i difensori bianconeri e mette Dezi in condizione di battere di testa verso la rete. Agazzi vola alla sua sinistra e devia la palla in angolo. Nella prima frazione di gioco i grifoni mantengono il predominio territoriale e danno l’impressione di poter disporre degli avversari.

Nel secondo tempo, al 54’, il copione della prima grossa occasione da gol si ripete quasi immutato, ma, sul colpo di testa di Dezi, stavolta Agazzi arriva per un pelo e la palla dà l’impressione di poter anche essere entrata, anche se l’arbitro non si mostra di questo avviso. Allora è Guberti tre minuti dopo a sfoderare la magia, colpendo di controbalzo di destro dai 20 metri un pallone che si infila nel sette di sinistra della porta cesenate.

Inizia quindi il valzer dei cambi, dovuti anche al caldo afoso della serata del Manuzzi e la squadra di Drago, spinta dai suoi 9mila abbonati, si lancia anima e corpo all’attacco, anche se riesce a trovare il pari solo su un colpo di testa di Ligi, lasciato colpevolmente libero di incocciare un calcio d’angolo battuto dalla bandierina di sinistra.

Le ultime schermaglie non cambiano il risultato, che rimane fissato sull’1-1. Un pari buono, quello ottenuto in trasferta all’esordio dai ragazzi di Christian Bucchi, ma che ha in sé delle note positive che vanno al di là del punteggio.

Le impressioni suscitate sono buone e se, alle 23 del prossimo 31 agosto, la squadra dovesse restare questa o essere addirittura migliorata, anche con qualche comprimario in più, potremmo attenderci anche un campionato che dia la possibilità di togliere ai colori biancorossi qualche bella soddisfazione.

Cesena: Agazzi, Balzano, Capelli, Ligi, Falasco (70’ Cinelli), Kone, Schiavone, Cascione, Ciano (76’ Rodriguez), Djuric, Garritano (66’ Vitale). A disposizione: Agliardi, Pericone, Filippini, Cinelli, Rodriguez, Severini, Rigione, Maleh, Vitale. Allenatore: Drago.

Perugia: Rosati, Del Prete, Volta, Belmonte, Alhassan (86’ Imparato), Zebli, Ricci (74’ Didiba), Dezi, Zapata (60’ Bonaiuto), Bianchi, Guberti. A disposizione: Elezaj, Imparato, Didiba, Monaco, Mancini, Da Slva, Di Nolfo, Bonaiuto, Brighi. Allenatore: Bucchi.
Arbitro: Ros di Pordenone. Assistenti: Gori di Arezzo e Bindoni di Venezia. IV uomo: Pagliardini di Arezzo
Marcatori: 57’ Guberti, 80’ Ligi
Ammoniti: Falasco, Djuric, Guberti e Bonaiuto

Marco De Ciuceis

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*