Primi d'Italia

Borghesi e Mirabassi (Pd): Il Comune di Perugia non abbandoni i 15 lavoratori di Talea

Sindaco e Giunta intervengano per i 15 lavoratori che, assunti dall’agenzia di lavoro interinale, prestavano servizio per il Comune fino allo scorso 31 agosto

Strade, Provincia di Perugia porta la sua esperienza

Borghesi e Mirabassi (Pd): Il Comune di Perugia non abbandoni i 15 lavoratori di Talea. “Nei giorni scorsi abbiamo presentato un Ordine del giorno urgente – scrivono in una nota i consiglieri comunali del Partito Democratico Erika Borghesi e Alvaro Mirabassi – per chiedere a Sindaco e Giunta comunale di intervenire con celerità in merito alla situazione che stanno vivendo i 15 lavoratori che, assunti attraverso l’agenzia di lavoro interinale Talea srl, prestavano servizio per il Comune di Perugia fino allo scorso 31 agosto. Purtroppo per questi lavoratori, da parte dell’Amministrazione fino ad oggi non è trapelata alcuna notizia ufficiale in merito alle loro sorti”. “Queste persone, lo ricordiamo, si trovano in una situazione drammatica: senza stipendio da tre mesi e con i contratti non rinnovati”

“La nostra proposta circa l’eventualità che il Comune di Perugia possa intervenire direttamente con il pagamento delle spettanze dovute da Talea nei confronti di questi 15 dipendenti, è rimasta finora inascoltata”.
Sembra infatti che all’interno dell’Ente si stia verificando una situazione di indecisione su come procedere, nonostante una delegazione di lavoratori sia stata ricevuta dal Sindaco: infatti, sarebbe stata inviata una lettera a Talea per la rescissione del contratto; al contempo sembra ancora incerto se subentrerà l’agenzia interinale posizionatasi al secondo posto nella gara di affidamento. In ogni caso, a fare le spese di questo clima di incertezza si trovano ben 15 persone e le rispettive famiglie.

“Si tratta, è bene tenerlo presente, – concludono Borghesi e Mirabassi – di figure importanti ed utili per la nostra Amministrazione, che non meritano di essere liquidate in una maniera così indecorosa.
Inoltre vorremmo capire da chi attualmente vengano svolte le funzioni finora assolte da questi lavoratori: crediamo sia fondamentale scongiurare disservizi in settori strategici e funzionali al cittadino.
Auspichiamo quindi che il Sindaco e la Giunta accolgano le nostre istanze, rapportandosi con queste persone con il dovuto rispetto e mettendo in pratica ogni possibile azione per tutelarle”.

 

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*