Primi d'Italia

Alunni scuola primaria visitano il CREO di Perugia, piccoli ricercatori crescono

Le insegnanti che hanno accompagnato i 18 allievi, successivamente hanno proposto un elaborato scritto, riassuntivo della visita alla struttura di ricerca inaugurata due anni fa

Alunni scuola primaria visitano il CREO di Perugia, piccoli ricercatori crescono

Alunni scuola primaria visitano il CREO di Perugia, piccoli ricercatori crescono PERUGIA – Studenti della scuola primaria  sono stati coinvolti in un progetto di avvicinamento e comprensione al mondo della ricerca. Gli alunni della V B della scuola primaria Nicolas Green di Lacugnano hanno  visitato nel fine settimana  i laboratori di ricerca del CREO( Centro Ricerca Emato Oncologico ) , con   tanta  partecipazione e  attenzione, da ritenere  che il progetto  avrà  un seguito, con il coinvolgimento di altri istituti scolastici.

La visita  alle strutture del CREO  è stata guidata dalla professoressa  Maria Paola Martelli : “ Il personale  sanitario della  struttura di Ematologia del S. Maria della Misericordia, ha accolto con entusiasmo la richiesta rivoltaci dalla dirigente scolastica Antonella Ubaldi. La finalità – aggiunge Martelli – è quella di  coinvolgere nel processo di crescita culturale  gli studenti, a partire dalla scuole primarie”. Davanti ad apparecchiature sofisticate , quali  microscopi e centrifughe, gli scolari hanno dato fondo a tutta la loro curiosità, alternando l’esposizione  dei medici a domande appositamente preparate dopo una ricerca in classe.

Le insegnanti che hanno accompagnato  i 18 allievi,  successivamente  hanno proposto un elaborato scritto, riassuntivo della visita alla  struttura di ricerca inaugurata due anni fa. A completamento della giornata di studio, la classe si è trasferita al Residence Chianelli, dove gli allievi hanno sviluppato un laboratorio didattico, coerente con la visita ai laboratori. Nello specifico hanno riprodotto,  con materiali di uso comune, un globulo rosso ed un globulo bianco.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*