Da Regione avviso per inserimento professionale giovani laureati

Ha come obiettivo quello di favorire e finanziare percorsi formativi integrati a supporto della specializzazione e dell’innovazione del sistema produttivo regionale, il bando che sarà pubblicato il 17 settembre dalla Regione Umbria, su iniziativa dell’Assessorato allo Sviluppo economico, formazione e lavoro.

La pubblicazione dell’Avviso i cui criteri sono stati approvati dalla Giunta regionale su proposta dell’assessore Riommi, rientra tra gli interventi previsti dal Programma annuale regionale per il sostegno al lavoro finanziato con risorse complessive pari 2milioni 300 mila euro, individuate nell’Asse Occupabilità del POR Umbria FSE 2007-2013 e nel Fondo Nazionale per l’Occupazione.

“In coerenza con la strategia ‘Europa 2020’ – ha spiegato l’assessore Riommi – la Giunta regionale ha approvato i criteri per l’emanazione di un avviso pubblico che concorra alla realizzazione di politiche di sviluppo attraverso strategie multisettoriali ed integrate, fondate sulle specializzazioni territoriali e l’internazionalizzazione dei mercati.

In pratica – ha aggiunto l’assessore – si vuole intervenire per rafforzare le competenze di laureate e laureati, al fine di favorire il loro inserimento occupazionale in settori e processi innovativi di particolare interesse per l’economia regionale, nell’ottica di una crescita intelligente, sostenibile ed inclusiva cioè basata sulla conoscenza e sull’innovazione, più efficiente sotto il profilo delle risorse, più verde e più competitiva, con un alto tasso di occupazione e che favorisca la coesione sociale e territoriale”.

L’avviso pubblico prevede due tipologie di interventi:la prima, finanziata con 2milioni 100mila euro, punta a realizzare percorsi formativi integrati, consistenti in un’attività formativa teorica di contenuto specialistico e in un tirocinio curriculare, per l’acquisizione di competenze mirate all’inserimento lavorativo di soggetti ad elevata scolarità.

E’ prevista un’indennità di partecipazione mensile a favore del tirocinante pari a 600 euro se la sede del tirocinio è situata nel territorio regionale, 800 se la sede è fuori regione.

La seconda tipologia di interventi (finanziata con risorse pari a 200 mila euro), prevede incentivi per l’inserimento occupazionale presso imprese localizzate in Umbria, di coloro che abbiano regolarmente frequentato i percorsi formativi previsti nella prima tipologia di intervento individuata nell’avviso.

L’incentivo sarà concesso esclusivamente per assunzioni con contratti a tempo indeterminato, pieno o part-time, incluso il contratto di apprendistato per un importo massimo pari a 6 mila euro.

Il 50 per cento delle risorse stanziate a favore di questa tipologia di intervento è riservato alle imprese che assumono donne.

Dal 17 settembre 2014, (data di pubblicazione sul «Bollettino Ufficiale della Regione Umbria) potranno presentare domanda di partecipazione le agenzie formative accreditate in Umbria anche costituite in raggruppamento – associazioni temporanea di impresa, di scopo o in consorzio.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*