Lega Nord, che Presidente Donatella Porzi garantisca democrazia

e che faccia rispettare gli atti presentati dalla minoranza

Lega Nord, che Presidente Donatella Porzi garantisca democrazia

Lega Nord, che Presidente Donatella Porzi garantisca democrazia

da Manuela Puletti
PERUGIA – La Lega Nord Umbria, con i suoi consiglieri Regionali Valerio Mancini ed Emanuele Fiorini, scrive alla Presidente Donatella Porziaffinché, si legge testualmente “il Presidente del Consiglio in qualità di garante della democrazia garantisca, nelle prossime assise, che gli atti presentati dalle minoranze  siano discussi e votati nelle sedute assembleari all’ordine del giorno delle quali sono stati iscritti”. Il riferimento è ovviamente alla stesura dell’ordine del giorno per il prossimo consiglio regionale in programma Martedì 24 Ottobre, dove l’atto a firma Lega Nord e riguardante la richiesta di una moratoria per i centri culturali islamici in Umbria, è stato declassato al sesto punto della trattazione.

L’excursus politico di tale mozione è ben noto ma lo ricordiamo per dovere di cronaca, essendo questo, stato protocollato il 26 Gennaio 2016, restato poi in  III Commissione consiliare per un anno e presentato per ben tre volte in aula, con il Pd che, puntualmente, faceva mancare il numero legale, impedendone la votazione, come accaduto anche Mercoledì 28.

La Lega Nord giudica tale decisione un “affronto politico” ed è pronta in sede di riunione con ufficio di presidenza e capigruppo, a chiedere la trattazione immediata del punto. Pochi giorni fa il Comune di Umbertide ha firmato un protocollo di intesa con la Prefettura e la Comunità islamica dove si chiede, a quest’ultima, di fornire alle autorità giudiziarie, i sermoni tradotti in italiano.

Ciò testimonia  la necessità da parte degli enti competenti di vigilare e conoscere quanto viene predicato in luoghi potenzialmente pericolosi. “La politica  che sceglie di non scegliere – ha precisato il Vice Segretario Lega Nord Umbria Virginio Caparvi –  è completamente inutile, la maggioranza targata Pd, in Consiglio Regionale, continua a non farsi carico delle proprie responsabilità.

Come Lega Nord abbiamo posto all’attenzione dell’assise,  delle questioni molto importanti, non ultima quella della sicurezza sulla moschea di Umbertide e per ben due volte il PD si è sottratto al confronto, tutto ciò per dinamiche di palazzo che non riguardano e non interessano i cittadini” . La Lega Nord Umbria  annuncia una grande manifestazione dal titolo “No Islam”

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*