La ternana Isolina, 106 anni, legge da 71 anni Grand Hotel

La ternana Isolina Foconi il prossimo 15 febbraio compie 106 anni

La ternana Isolina, 106 anni, legge da 71 anni Grand Hotel

La ternana Isolina, 106 anni, legge da 71 anni Grand Hotel

TERNI – Quando l’altro ieri ho telefonando all’autore dei fotoromanzi di Grand Hotel Morando Morandini jr. per dirglielo ha mostrato subito la sua sorpresa. E non ha nascosto neanche la sua grande commozione. Del resto sapere che le storie che uno scrive vengono assiduamente lette da una nonna di ben 106 anni farebbe piacere a tutti.

La ternana Isolina Foconi il prossimo 15 febbraio compie 106 anni e legge assiduamente Grand Hotel sin dal suo primo numero. Era il 1946, aveva poco più di trentanni, e lo comprò per 12 lire. Di lì a poco, la rivista divenne popolarissima tanto da arrivare negli anni 50 ad oltre un milione di copie a settimana. Isolina gestiva insieme al marito una sartoria.

Ora non esce più da casa anche se è arzilla e assai lucida. L’ultima volta è uscita l’anno scorso. Aveva detto che non sarebbe andata al matrimonio della nipote giornalista Monica Di Lecce, troppo stancante. Ed invece a sorpresa si è presentata alla cerimonia, aggiungendo poi che “visto che ormai sono uscita, ora vengo anche a cena”. E si è fermata allegramente sino a mezzanotte.

Da sempre legge Grand Hotel. Racconta il figlio Franco, che quando il sabato gli porta la spesa se si dimentica di portagli anche la rivista lo rimprovera e lo manda subito in edicola per rimediare. Pensano che anche l’assidua lettura abbia aiutato Isolina a rimanere vispa.

Raccontano che quando leggeva su Grand Hotel le belle storie che coinvolgevano insieme nonne, mamme e figlie commentava: “tanto a me non capiterà di ricordare i nipoti”. Ed invece lei ha fatto di più: ha addirittura ben 3 pronipoti, tutti maschi.

Informata dell’arrivo in Valnerina di Grand Hotel, non ha creduto alla notizia. Sarebbe bello se in qualche modo gli facessimo un regalo: da lettrice assidua per 71 anni almeno una volta la facessimo protagonista portandola su quella rivista che ha accompagnato tutta la sua vita.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*