Incidente, tragedia sfiorata sulla 75 Centrale Umbra, tamponamento tra 3 veicoli, 6 feriti [FOTO E VIDEO]

Sul posto, oltre alla Polstrada, anche i sanitari del 118, con cinque ambulanze e due squadre dei vigili del fuoco

Incidente, tragedia sfiorata sulla 75 Centrale Umbra, tamponamento tra 3 veicoli, 6 feriti [FOTO]

Incidente, tragedia sfiorata sulla 75 Centrale Umbra, tamponamento tra 3 veicoli, 6 feriti BASTIA UMBRA – 6 feriti, uno dei quali molto grave, 3 auto coinvolte. E’ il bilancio di un incidente stradale avvenuto poco dopo le 11 lungo la strada Statale 75 “Centrale Umbra” all’altezza dell’abitato di Ospedalicchio di Bastia Umbra, in direzione Foligno. Sul posto, per portare soccorso alle persone rimaste ferite, sono state fatte arrivare 5 ambulanze, due le squadre dei Vigili del fuoco, una da Assisi e l’altra dal Comando provinciale di Madonna Alta di Perugia. Per i rilievi, invece, tre pattuglie della Polizia Stradale. Da una prima ricostruzione dei fatti, pare che un Suv Citroen abbia tamponato la Fiat Punto all’interno della quale viaggiavano 5 cittadini nigeriani, quattro uomini e una donna.

La piccola utilitaria, scagliata una 30ina di metri in avanti, ha centrato in pieno un’altra Citroen una C4 per poi terminare la sua corsa davanti a tutta la fila del tamponamento a catena. La peggio, stando a quanto dicono i sanitari accorsi sul posto, la avuta un africano, uno degli arti inferiori era praticamente schiacciato dal groviglio delle lamiere della Fiat Punto. Meno gravi gli altri nigeriani. Ferite anche per il conducente della suv francese, anche lui soccorso dal personale del 118. Quattro persone sono state ricoverate al Santa Maria della Misericordia e due in ospedale ad Assisi. Traffico, ovviamente bloccato, con fila di auto chilometrica che ha intasato anche la strada statale 3 “Tiberina Bis” E45 fino a Ponte San Giovanni. La circolazione è tornata alla normalità dopo circa due ore.

Terribile incidente stradale ad Ospedalicchio di Bastia Umbra, tre auto coinvolte e sei i feriti [VIDEO]

 

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*