Babbo Natale Leonardo ha portato sorrisi all’ospedale di Perugia

Sono in corso anche i preparativi per la tombolata del 31 dicembre. Avanti Tutta onlus intratterrà i malati fino alla mezzanotte

Babbo Natale Leonardo ha portato sorrisi al day hospital ed all’oncologia medica di Perugia

PERUGIA – Babbo Natale Leonardo Cenci è passato in ospedale. La mattina di venerdì 22 dicembre il presidente di Avanti Tutta onlus ha allietato i malati del day hospital e dell’oncologia medica dell’ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia. Per oltre due ore Leonardo ha parlato, incoraggiato ed ascoltato tutti coloro che avevano necessità di confrontarsi con lui o di scambiare semplicemente due parole. Il suo è ormai un appuntamento consolidato nel tempo. Molte sono state, infatti, le persone che lo riconoscono e hanno il piacere di parlare con lui. Leonardo, come sempre, era accompagnato da alcuni volontari dell’associazione che hanno consegnato ai pazienti ed ai loro familiari i panettoncini natalizi da 100 grammi brandizzati Avanti Tutta e prodotti dall’industria dolciaria Piselli.

“Ogni anno riesco a centrare il mio obiettivo – afferma Leonardo Cenciche è quello di far aprire le persone facendole parlare della malattia ed incitandole a trovare il coraggio e la forza per combatterla, soprattutto in questi giorni di festa dove si sentono più soli e tristi. Per me non è semplice. Ogni volta che lo faccio mi stanco molto ma alla fine sono sempre ripagato dai ringraziamenti di tutti, personale dell’ospedale compreso. Proprio per questo motivo che anche quest’anno ripeteremo, la sera di San Silvestro e per la quinta volta consecutiva, la tombolata nella sala d’aspetto adiacente all’oncologia medica. Come sempre sarà originale e divertente allo scopo di regalare sorrisi e tanto divertimento ai malati ricoverati ed ai loro familiari. Al termine della tombolata – conclude Leonardo – ci sarà il brindisi della mezzanotte con un maxi panettone artigianale e con del buon spumante italiano”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*