Geometri riuniti a Monte Castello di Vibio per valorizzare i territori

Consiglio direttivo itinerante aperto del Collegio dei geometri della provincia di Perugia – Affrontata anche la proposta di legge parlamentare per istituire specifico corso di laurea

(umbriajournal.com) by Avi News MONTE CASTELLO DI VIBIO – Sin dal suo insediamento, il nuovo Consiglio direttivo del Collegio dei geometri e geometri laureati della provincia di Perugia aveva espresso l’intenzione di andare nei territori di competenza per stare più a contatto con i propri iscritti. Da alcuni mesi questa volontà è diventata realtà. Ultima iniziativa in questo senso è stato il Consiglio itinerante aperto, che si è tenuto al Teatro della concordia di Monte Castello di Vibio, venerdì 21 ottobre, organizzato dall’Associazione geometri Media valle del Tevere, dal suo presidente Giampiero Grossi con il contributo del suo consiglio direttivo. Un incontro a cui hanno preso parte anche Enzo Tonzani, presidente del Collegio dei geometri di Perugia, con tutti i consiglieri del direttivo provinciale, Daniela Brugnossi, sindaco di Monte Castello di Vibio, e Giuliana Bicchieraro, sindaco di Fratta Todina.

Le tematiche affrontate. “Abbiamo trattato gli stessi argomenti di cui discutiamo in un qualsiasi riunione del consiglio – ha detto Tonzani – per far comprendere ai colleghi il tipo di attività che svolgiamo, ma abbiamo affrontato anche tematiche che più interessano da vicino la categoria”. In particolare, i geometri si sono confrontati sulla proposta di legge recentemente presentata alla Camera dei deputati per istituire uno specifico percorso di laurea per geometri. “È un disegno di legge che attendevamo da tempo – ha spiegato Tonzani – e che ha raccolto in Parlamento 62 adesioni da un po’ tutti gli schieramenti”. Subito dopo, il vicepresidente del Collegio Alviero Palombi ha toccato l’argomento Garanzia giovani e la formazione per gli under 40 mentre il coordinatore delle associazioni territoriali Pietro Chitarrai ha trattato il tema del fondo di rotazione per il supporto alle amministrazioni comunali e regionali.

Gli obiettivi dell’iniziativa. Ma quello di essere vicini ai professionisti dell’intero territorio provinciale non è l’unico obiettivo che il Collegio dei geometri si è posto con simili eventi itineranti. “Il nostro intento – ha dichiarato ancora Tonzani – è anche quello di valorizzare i borghi e i luoghi che ci ospitano. Abbiamo associazioni territoriali di categoria sparse in tutta la provincia e, in questo caso, l’Associazione Media valle del Tevere ha individuato in Monte Castello di Vibio e nel suo teatro, famoso per essere il più piccolo del mondo, la sede più adatta per la nostra attività. Abbiamo già svolto altri incontri e prossimamente andremo a Norcia per portare la nostra vicinanza ai colleghi che hanno subito il terremoto”. “È per noi un piacere ospitare questo evento – ha commentato Brugnossi – che permette di far conoscere il centro storico e la sua principale eccellenza architettonica. Tale iniziativa ci consente, inoltre, di confrontarci in maniera costruttiva con tecnici ed esperti sulle esigenze della città”. “Da tempo i nostri due Comuni – ha aggiunto Bicchieraro – collaborano per migliorare i servizi. È una collaborazione che spero nei prossimi mesi faccia un ulteriore passo in avanti con l’associazione dei servizi”.

“L’Associazione geometri Media valle del Tevere – ha concluso Grossi – collabora fattivamente con il collegio provinciale per sensibilizzare i colleghi all’applicazione del codice deontologico culturale che rappresenta il fondamento per garantire un alto livello di qualità delle prestazioni svolte”.

Nicola Torrini

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*