Villa Umbra, approfondite procedure dei fondi strutturali europei

L’iniziativa integra l’attività di formazione promossa dal Seu in collaborazione con la Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica

Villa Umbra, approfondite procedure dei fondi strutturali europei

Villa Umbra, approfondite procedure dei fondi strutturali europei

Le procedure di prossima attivazione del Por Fesr 2014-2020 Umbria sono state approfondite oggi, 19 febbraio, durante un seminario svolto a Villa Umbra, al quale hanno partecipato più di 130 fra professionisti, rappresentanti di enti ed operatori pubblici e privati. L’apertura dei lavori è stata tenuta dall’amministratore unico di Villa Umbra e del Seu-Servizio Europa, Alberto Naticchioni.

La giornata, organizzata dal Seu – Servizio Europa e dalla Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica, è servita a confrontarsi ed aggiornarsi sugli investimenti e le opportunità previste nei documenti di programmazione regionali riferiti al “Fesr” (Fondo europeo di sviluppo regionale), al “Fse” (Fondo sociale europeo)  e al “Feasr” (Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale) in corso di attuazione a sostegno della capacità d’innovazione e sviluppo dell’intera comunità regionale e del suo territorio.

In particolare, sono state approfondite le procedure del Por Fesr 2014-2020 Umbria che sono suddivise in sette assi prioritari: Ricerca e innovazione; crescita e cittadinanza digitale; competitività delle Pmi; energia sostenibile; ambiente e cultura; sviluppo urbano sostenibile e assistenza tecnica.

Per il primo asse sono previste come procedure di prossima attivazione Azioni di sistema e progetti complessi; il secondo asse prevede l’attivazione di un progetto strategico “Agenda Digitale” per la banda ultralarga; per il terzo asse prevede il sostegno alle aree colpite da crisi produttiva; per il quarto asse è previsto l’acquisto  di mezzi di trasporto pubblici a bassa emissione; per il quinto asse sono previsti fruizione e promozione delle risorse naturali e culturali. Per quanto riguarda il sesto e il settimo asse sono stati presentati programmi di sviluppo urbano sostenibile e un piano di rafforzamento amministrativo.

Durante la mattinata si sono susseguiti gli interventi di Claudio Tiriduzzi, dirigente del servizio programmazione comunitaria della Regione Umbria; Sabrina Paolini, dirigente del servizio politiche attive del lavoro della Regione Umbria e Franco Garofalo, dirigente del servizio regionale sviluppo rurale e agricoltura sostenibile e servizio politiche agricole, produzioni vegetali e sviluppo locale.

L’iniziativa integra l’attività di formazione promossa dal Seu in collaborazione con la Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica nell’ultimo triennio in materia di europrogettazione sui finanziamenti europei alla quale hanno preso parte circa 150 partecipanti: liberi professionisti, dipendenti e/o funzionari di vari enti pubblici e privati ed anche giovani che hanno voluto arricchire il proprio profilo professionale in un settore dai contenuti e competenze di elevata responsabilità.

Villa Umbra

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*