Unioni Comunali: premi per chi si associa

Minori presentato seminario a Villa Umbra
Villa Umbra

La Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica ha organizzato, per martedì 14 aprile alle ore 9 presso Villa Umbra in collaborazione con ANCI Umbria, una giornata formativa per presentare le novità normative introdotte dalla seguente norma regione, in particolare sulle novità che interessano la gestione associate nelle Unioni di Comuni.

L’Assemblea legislativa dell’Umbria ha approvato lo scorso 26 marzo, il disegno di legge della Giunta regionale sul “Riordino delle funzioni amministrative regionali, di area vasta, delle forme associative dei Comuni”.

Entro un mese dall’approvazione si dovrà procedere alla riallocazione delle funzioni, in parte alla Regione e altre da assegnare in conseguenza dell’approvazione del ‘Jobs act’.

La Regione stabilisce inoltre misure di premialità per incentivare, favorire e promuovere le gestioni associate delle funzioni e dei servizi dei Comuni.

La legge – spiega Alberto Naticchioni, Amministratore Unico della Scuola – vuole cogliendo le opportunità del processo riformatore in atto per giungersi ad una pubblica amministrazione umbra sempre più efficiente.

L’apertura dei lavori sarà tenuta da Alberto Naticchioni; da Fabio Paparelli, Assessore Regionale Commercio, Urbanistica, Riforme e Sport; e da Francesco De Rebotti, Presidente ANCI Umbria.

Durante la giornata si susseguiranno gli interventi di Annalisa Doria, Coordinatore Area Organizzazione delle Risorse umane, innovazione tecnologica e Autonomie locali della Regione Umbria; Matteo Barbero, Consulente Anci Piemonte; Walter Laghi, Dirigente Nuovo Circondario Imolese e Luca Castelli, Ricercatore di Istituzioni di diritto pubblico, Facoltà di Economia Università degli Studi di Perugia.

La riorganizzazione e il riordino del sistema regionale hanno l’obiettivo di arrivare ad un procedimento amministrativo che inizi e finisca nello stesso ente. Entro un mese dall’approvazione si dovrà procedere alla riallocazione delle funzioni; turismo e politiche sociali spetteranno ai Comuni in forma associata, alle Province resteranno competenze in materia di viabilità regionale, trasporti e lago Trasimeno

I principali argomenti che saranno approfonditi sono il quadro normativo nazionale e la sua evoluzione; la gestione associata delle funzioni tra Unioni di Comuni e Convenzioni; l’analisi delle funzioni fondamentali e delle residue funzioni comunali; gestione associata e profili contabili; la costruzione e la gestione del bilancio di una unione di comuni; la gestione associata mediante convenzione: opportunità e rischi; l’impatto della nuova contabilità (D. Lgs. 118/2011 e smi); le nuove regole di contabilizzazione dei trasferimenti; i limiti alla spesa di personale; provvedimenti, competenze ed attività da compiere per arrivare alla gestione associata; le centrali di committenza; casi pratici ed esempi di organizzazione associata delle diverse funzioni comunali (sistemi informatici, gestione personale, servizi finanziari, ufficio tecnico, ufficio di paino federato, polizia municipale, ecc…).

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*