Primi d'Italia

Umbriageo, nuovi dati e servizi per la comunità di un territorio intelligente

La giornata in programma venerdì è propedeutica ai cantieri laboratoriali che prenderanno avvio a Villa Umbra a partire dal 21 febbraio

Umbriageo, nuovi dati e servizi per la comunità di un territorio intelligente

Umbriageo, nuovi dati e servizi per la comunità di un territorio intelligente PERUGIA – Garantire ai cittadini, alle imprese e alla P.A. nel suo complesso l’accesso ai dati, informazioni, e servizi di loro interesse in modalità digitale attraverso l’utilizzo delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione, perseguendo un obiettivo centrale previsto dalla carta della cittadinanza digitale. Sono questi i principali obiettivi della giornata formativa ed informativa promossa dalla Regione Umbria, dalla Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica e dalla Scuola di Lingue Estere dell’Esercito, in programma venerdì 3 febbraio, con inizio alle ore 9, all’interno del complesso monumentale di Santa Giuliana a Perug­ia.

“All’interno di questa vision – ha affermato l’assessore regionale Antonio Bartolini – la dimensione geografica delle cose, degli oggetti e degli eventi sul territorio diviene fondamentale e strategica nei processi caratterizzati da innovazione, determinandone un altissimo valore aggiunto, in quanto modalità privilegiata per valorizzare il patrimonio informativo nel suo complesso.

UmbriaGeo, l’infrastruttura geografica della Regione Umbria, ha prodotto e pubblicato da tempo dati e servizi geografici, mettendoli a disposizione nel proprio portale, raggiungibile a questo indirizzo www.umbriageo.regione.umbria.it .

Rinnovate linee di azione e nuovi progetti sono in corso e vengono declinati all’interno dell’Agenda Digitale dell’Umbria al fine di concorrere sul livello regionale alla realizzazione di un territorio più intelligente e al servizio di una comunità che viene coinvolta in un percorso di codesign dei nuovi servizi geografici in progettazione”.

“L’idea non è quella di moltiplicare i tavoli di confronto – ha proseguito Bartolini – ma di condividere un metodo che ha in sé due novità importanti: la prima è rappresentata dalla integrazione di soggetti con interessi diversi in un lavoro collaborativo e strutturato; la seconda è di contenuto in quanto nel disegnare nuovi servizi geografici digitali intorno alle esigenze degli utenti, occorre interrogarsi oggi soprattutto sul come farlo. La sfida più difficile.

La giornata vede il coinvolgimento delle strutture della Pubblica Amministrazione e i professionisti dei principali ordini professionali che operano sul territorio e sarà anche un’occasione per illustrare i programmi della Regione Umbria in materia di informazione geografica, facendo anche il punto sui servizi attualmente erogati dalla infrastruttura regionale UmbriaGeo.

I lavori saranno aperti dal Generale di Brigata Vincenzo Maugeri, Comandante Scuola Lingue Estere dell’Esercito. A seguire l’amministratore unico della Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica, Alberto Naticchioni, l’assessore regionale con delega alle Riforme delle pubblica amministrazione e istituzionali Antonio Bartolini e Lucio Caporizzi, direttore della Regione Umbria.

Tra gli interventi previsti quello di Ambra Ciarapica, Dirigente della Regione Umbria, di Cinzia Tafi, dell’Istituto Geografico Militare, e di Orietta Niciarelli, Gianluca Riscaio, Domenico Bertoldi della Regione Umbria. La giornata si concluderà con l’avvio delle attività di codesign del progetto “UmbriaGis” a cui seguiranno nelle prossime settimane sessioni di lavoro mirate.

L’attività di codesign di UmbriaGis attraverso cantieri partecipativi con rappresentanti della P.A. e degli ordini professionali degli ingegneri, architetti, agronomi, geologi e del collegio dei geometri, sarà illustrata da Fabio Bianconi, Università degli Studi di Perugia, da Lucia Pannuti, Regione Umbria e da Mauro Marinelli, architetto libero professionista.

La giornata in programma venerdì è propedeutica ai cantieri laboratoriali che prenderanno avvio a Villa Umbra a partire dal 21 febbraio. Tutto il percorso informativo, formativo e di coinvolgimento si concluderà con appositi appuntamenti dedicati all’ Agenda Digitale dell’Umbria.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*