Turreno, CariPerugia dà il via libera all’acquisto dell’immobile

Nella seduta di oggi è stato approvato l’atto che ratifica il sì all’esercizio del diritto di opzione da parte dell’Ente

Turreno, CariPerugia dà il via libera all’acquisto dell’immobile
Turreno

Turreno, CariPerugia dà il via libera all’acquisto dell’immobile

C’è il via libera ufficiale. Il Consiglio di amministrazione della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia riunitosi oggi a Palazzo Graziani ha deliberato l’atto che ratifica il sì all’esercizio del diritto di opzione d’acquisto del Teatro Turreno. La decisione del Cda rappresenta una ulteriore conferma dell’impegno manifestato dalla Fondazione, pronta ad investire 2.9 milioni di euro affinché il progetto di riqualificazione dell’immobile che ospitava lo storico cinema-teatro cittadino non solo non si arresti, ma vada avanti speditamente.

Ricordiamo che tale interesse aveva portato alla sottoscrizione, lo scorso febbraio, dell’atto di proroga dell’esercizio del diritto di opzione di acquisto siglato tra la Fondazione e la proprietà, atto che aveva posticipato la scadenza dal 28 febbraio al 4 aprile 2016. Un mese in più per consentire a Comune e Regione di avere più tempo per mettere a punto un progetto di recupero della struttura e, parallelamente, attivare le procedure per l’affidamento della gestione della stessa a uno o più soggetti privati.

Con la delibera odierna la Fondazione fa un ulteriore passo in avanti verso l’acquisto dell’immobile, a testimoniare la condivisione di intenti ed il rispetto degli accordi presi e messi nero su bianco con il protocollo d’intesa siglato a luglio 2015 con il Comune di Perugia e la Regione.

Particolare soddisfazione in Fondazione per il raggiungimento di un altro risultato considerevole dopo mesi di incontri e di trattative “a cui deve far seguito un progetto che sia davvero funzionale a restituire a Perugia un contenitore importantissimo per il rilancio delle attività socio-culturali e dell’indotto turistico ed economico del centro storico e dell’intera città”.

Turreno

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*