Primi d'Italia

TERNI, ONCOEMATOLOGIA, OK DEL CONSIGLIO ALL’ATTO D’INDIRIZZO

Ospedale Terni
Ospedale Terni
Ospedale Terni

Il consiglio comunale di Terni  ha approvato ieri sera all’unanimità l’atto d’indirizzo proposto dalla seconda commissione consiliare e illustrato dal presidente Sandro Piccinini, sull’opportunità di una sistemazione adeguata dello status della Struttura Complessa di Oncoematologia dell’Azienda Ospedaliera di Terni “in modo da consentire al servizio di dare risposte migliori e conformi ai pazienti”.

“Oncoematologia – ha detto il sindaco Leopoldo Di Girolamo nel suo intervento – è uno dei servizi di eccellenza della nostra azienda ospedaliera, uno di quelli con maggiore capacità attrattiva, essendo diventato un servizio di riferimento per l’Italia centrale e per l’intero Paese, grazie alla professionalità dei medici, del responsabile e del personale”.

“Rispetto alla necessità di assicurargli una collocazione adeguata per quel che concerne gli spazi, la possibilità di poter disporre di posti letto e di personale che non sia solo precario, la parte strutturale – ha precisato Di Girolamo – sarà realizzata nell’ambito del piano di risistemazione dei servizi e dei reparti ospedalieri. L’obiettivo è far sì che ogni piano dell’ospedale abbia una destinazione omogenea: nel progetto, il primo piano dell’ospedale è riservato a queste tipologie di specialità. Quando quindi sarà completata la ristrutturazione, anche il servizio di oncoematologia avrà una collocazione adeguata, come gli altri servizi a frequenza elevata che soffrono di spazi angusti o di difficoltà organizzative e strutturali”.

“Per quel che riguarda il personale di oncoematologia – ha concluso il sindaco –  la Direzione ha deliberato il concorso per due posti, che andranno a infoltire la dotazione organica del servizio che oggi è sicuramente insufficiente e si regge sull’abnegazione e il volontariato di diversi medici. Si tratterà di una prima risposta importante, seppure ancora da potenziare”.

 

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*