Tecnologie ed ausili per la disabilita, consegnati attestati

Tecnologie ed ausili per la disabilita, consegnati attestati
Tecnologie ed ausili per la disabilita, consegnati attestati

Tecnologie ed ausili per la disabilita, consegnati attestati
Si è chiuso oggi 10 ottobre a Villa Umbra, con la consegna degli attestati finali, il corso di Alta Formazione in Tecnologie ed ausili per la disabilità. L’attività formativa, che si è svolto nel periodo dicembre 2014-luglio 2015 ha impegnato i 36 partecipanti – provenienti da varie regioni italiane – in 8 moduli, per un totale di 96 ore. Il corso ha affrontato, con lezioni teoriche, casi clinici e laboratori pratici, le tematiche relative alla disabilità. La varietà e complessità degli argomenti trattati ha richiesto un approccio multidisciplinare e multidimensionale, al fine di potersi efficacemente rivolgere alle varie professioni presenti in aula: medici specialisti, professioni sanitarie, professioni tecniche e socio – assistenziali.

Tutti i dati, nazionali ed internazionali, confermano come nei prossimi anni la percentuale di popolazione che necessiterà di beneficiare di tali strumenti ed ausili sarà in crescita – ha sottolineato in chiusura della giornata il direttore regionale alla salute e coesione sociale Emilio Duca.

Occorrerà quindi operare, ha concluso Duca, affinché la spending review non si traduca in tagli ma in una crescente attenzione all’efficacia ed efficienza di quello che va visto come un investimento.

Oggi sempre più si parla di un progetto di vita indipendente della persona con disabilità e scegliere un ausilio, personalizzarlo, addestrare l’utente al suo utilizzo e fare un follow-up di verifica – fanno sapere dalla Scuola – è un compito interdisciplinare che richiede operatori preparati, valutazioni cliniche e funzionali, psicologiche e sociali. Questo progetto implica inoltre la partecipazione attiva dell’utente e della sua famiglia nel contesto di vita reale.

Le persone che possono aver bisogno di ausili sono purtroppo in costante aumento a causa di incidenti,  malattie, diverse forme di invalidità provocate da patologie tipiche dell’età avanzata.

Ma l’ausilio va visto come un investimento e non solo come un costo che la società paga al cittadino perché non  riesce a guarire dalla sua disabilità. È un diritto del cittadino ma anche un’opportunità per la sua vita. Per questo occorre prescriverlo con competenza ed attribuirlo con appropriatezza.

Questo percorso di alta formazione, promosso dalla Direzione Salute e Coesione Sociale della Regione Umbria e organizzato dalla Scuola, ha inteso quindi fornire alle figure professionali coinvolte, una competenza di base sulle tecnologie e gli ausili per la riabilitazione, l’autonomia, l’integrazione scolastica, lavorativa e sociale delle persone con disabilità, al fine di migliorare l’appropriatezza del percorso prescrittivo.

Dato il buon esito riscontrato in questa prima edizione la Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica ha annunciato che si sta già lavorando per partire nella prossima primavera con la II edizione del corso.

Tecnologie

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*