Scie chimiche. Romizi:”La questione non era stata bene approfondita”

scie chimiche Interrogazione Bori PD
Interrogazione del Consigliere PD Bori al Sindaco Romizi sul patrocinio e l'uso gratuito della sala dei notari per convegno scie chimiche

Scie chimiche. Romizi:”La questione non era stata bene approfondita” – Nel question time di ieri in Consiglio Comunale si torna a parlare di scie chimiche e del patrocinio concesso dal Comune per l’uso gratuito della Sala dei Notari ad un convegno organizzato da Alternativa Riformista Umbra e coordinato da Amato John De Paulis, medico veterinario, attivista, ex candidato a sindaco.

Nell’interrogazione del Consigliere PD Bori al Sindaco Romizi, il consigliere dopo aver affermato che il Comune di Perugia è stato l’unico ente in Italia ad aver concesso un patrocinio ad un convegno bufala,  ha chiesto “se sono  state minimamente verificate l’attendibilità dei relatori, il loro curriculum vitae o le pubblicazioni scientifiche, sempre che ne abbiano e se corrisponde al vero che Pietro Nicoletti, presentato come ricercatore indipendente ma di cui non si trova traccia di alcuna ricerca, è fratello di Marco Nicoletti, per la cui consulenza da 35.000 euro concessa dal Comune di Perugia e di cui è stata attivata la Commissione Controllo e Garanzia,  e che svolge il proprio incarico all’Assessorato alla Cultura avrebbe concesso il patrocinio al convegno e la gratuità della Sala dei Notari”.

Su questa vicenda, il sindaco Romizi ha riconosciuto che, in effetti, è stato concesso una patrocinio senza approfondire troppo la questione. Ciò in quanto si è voluto dare spazio ad un punto di vista differente, pur senza prendere posizione (condivisione o meno) sulla tesi esposta. L’unico problema è che, nel convegno citato, non vi è stato un reale contraddittorio tra tesi differenti e questo ha, di fatto, compromesso un utile dibattito.L’iniziativa in questione, è stata duramente criticata anche da un’organizzazione scientifica che opera a livello nazionale, il CICAP – Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sulle Pseudoscienze, nato nel 1989 per iniziativa di Piero Angela e di un gruppo di scienziati ed intellettuali”.

Il sindaco ha poi ricordato che, “dopo il rilascio del patrocinio iniziale, lo stesso è stato successivamente ritirato anche in considerazione del fatto che gli organizzatori vi hanno rinunciato. Si è trattato, in ogni caso, di una vicenda utile per evitare di commettere simili leggerezze in futuro, pur dovendosi precisare che ogni punto di vista va rispettato.”
Bori, in replica, ha chiesto di poter riportare l’interrogazione in Consiglio al fine di avere risposta su un punto: ossia se gli organizzatori abbiano o meno pagato per l’utilizzo della sala dei Notari. Nel secondo caso, infatti, emergerebbe l’ipotesi del danno erariale.



 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*