Unipegaso

Roberto Conticelli nuovo presidente Ordine Giornalisti dell’Umbria

Roberto Conticelli nuovo presidente Ordine Giornalisti dell’UmbriaRoberto Conticelli nuovo presidente Ordine Giornalisti dell’Umbria
Roberto Conticelli nuovo presidente Ordine Giornalisti dell’Umbria

Roberto Conticelli nuovo presidente Ordine Giornalisti dell’Umbria
Roberto Conticelli, 55 anni, responsabile della redazione umbra de La Nazione, è il nuovo presidente dell’Ordine regionale dei Giornalisti dell’Umbria. E’ stato eletto all’unanimità dal Consiglio dell’Ordine, che nella seduta odierna ha reintegrato il direttivo con l’ingresso del consigliere Michele Nucci. Nella stessa seduta il consigliere Tiziano Bertini è stato eletto all’unanimità nell’incarico di segretario.

<Nell’assumere questo incarico che mai avrei pensato di dover assolvere, il mio primo pensiero _ ha dichiarato il neo-presidente _ va a Dante Ciliani. Grazie a lui questo Consiglio nel corso degli anni ha saputo affrontare, e in molti casi risolvere, i problemi della categoria. Spero di riuscire a onorarne la memoria, che serbo nel cuore come una delle cose più care, con il mio impegno quotidiano, che non mancherà mai. Nella prossima seduta del Consiglio valuteremo forme e modi di un’iniziativa che ricordi lo straordinario impegno di Dante per la crescita del giornalismo in Umbria. Rivolgo un appello ai giovani giornalisti umbri: impegnatevi negli organismi di categoria perché questo mestiere, attualmente aggredito da una crisi senza precedenti, possa avere un futuro>.

Roberto Conticelli

La Conferenza Episcopale Umbra (CEU) augura al neo presidente dell’Ordine regionale dei Giornalisti, dott. Roberto Conticelli, un proficuo lavoro nel vasto panorama dell’informazione, sempre chiamato a nuove sfide. Apprezzato responsabile della redazione umbra de La Nazione, sicuramente svolgerà il mandato nel segno della continuità con il suo predecessore, il compianto dott. Dante Ciliani. «Siamo certi – afferma Riccardo Liguori, coordinatore della Commissione Ceu per le comunicazioni sociali – che l’amico e collega Conticelli proseguirà la collaborazione con gli operatori e i media ecclesiali umbri, in modo particolare per quanto riguarda la formazione professionale che i giornalisti sono periodicamente chiamati ad effettuare».

“Auguri di buon lavoro in un momento particolarmente difficile per la categoria e per le sue rappresentanze istituzionali” sono stati fatti al neoeletto presidente dell’ODG dell’Umbria, Roberto Conticelli, dalla presidente dell’ASU Marta Cicci, anche a nome dei membri del direttivo del Sindacato dei giornalisti umbri. “Conoscendo l’impegno che da anni contraddistingue Roberto nella difesa della categoria e dei principi che regolano la professione, siamo certi – ha detto Cicci – che continuerà il proprio lavoro con maggior forza e determinazione, raccogliendo e portando avanti quanto fatto finora nei precedenti mandati. La morte improvvisa di Dante Ciliani ha portato grande sconforto tra i giornalisti umbri. Al nuovo presidente spetta ora di raccogliere il testimone e di continuare quell’impegno che ha reso l’ODG dell’Umbria un punto di riferimento nazionale. Un compito non semplice, che Conticelli saprà adempiere appieno, con intelligenza, capacità e competenza. Da parte dell’ASU – conclude la presidente –  gli auguri di buona fortuna e la piena disponibilità, come in passato, alla massima  collaborazione”. Un in bocca al lupo di buon lavoro anche al neo segretario Tiziano Bertini e al consigliere entrante Michele Nucci.

Il Consiglio Direttivo dell’Ussi Umbria, anche a nome degli iscritti si congratula con Roberto Conticelli, eletto quest’oggi nuovo presidente dell’Ordine dei Giornalisti dell’Umbria, del cui consiglio faceva già parte in qualità di segretario.  Il Gruppo Umbro dell’Ussi è certo che Conticelli, collega di provata professionalità e grande esperienza, saprà prendere in mano le redini dell’Ordine al meglio, con la consueta intelligenza e competenza, raccogliendo così la difficile eredità lasciata dalla prematura scomparsa di Dante Ciliani. Rinnovando da parte nostra la disponibilità a proseguire nella fruttuosa collaborazione intrapresa con l’Ordine regionale in questi anni, formuliamo i migliori auguri di buon lavoro a Conticelli, al neo consigliere Michele Nucci (subentrato a Ciliani) e al Consiglio tutto.

Marco Vinicio Guasticchi, vice-presidente dell’assemblea legislativa regionale. “Le più sentite congratulazioni al nuovo presidente dell’ordine regionale dei giornalisti, Roberto Conticelli, che assume il prestigioso incarico nel ricordo e nella continuità del mandato portato avanti con grande professionalità e dedizione dal compianto Dante Ciliani, in un momento di profonda trasformazione del settore dell’editoria, della stampa e dell’informazione nelle diverse forme e attività. Un momento che impone anche alle istituzioni locali e nazionali il massimo impegno per valorizzare, tutelare e salvaguardare professionalità, posti di lavoro e prospettive occupazionali in particolare per i giovani che si affacciano con entusiasmo e passione a questa affascinante professione”. E’ quanto dichiarato da Marco Vinicio Guasticchi, vice-presidente dell’assemblea legislativa regionale in riferimento alla recente nomina di Roberto Conticelli al vertice dell’ordine dei giornalisti Umbri. “L’appello lanciato da Conticelli ai giovani, a nome di tutta la categoria (alla quale mi onoro di appartenere), ad impegnarsi negli organismi dell’ordine per tutelare questo mestiere aggredito da una crisi senza precedenti, va assolutamente raccolto anche dalle istituzioni, in una regione tra l’altro che può vantare prestigiose scuole di alta formazione come quella di Ponte Felcino, rivolta in particolare alla Rai, e numerose professionalità che a vari livelli ogni giorno nei diversi mezzi di informazione e comunicazione operano talvolta in condizioni precarie, con prospettive future incerte”. “Mi impegnerò – ha concluso Guasticchi – nelle sedi competenti affinché, proprio dall’Umbria si riesca a far ripartire un settore, quello dell’editoria, della stampa e delle emittenti radio-televisive, fondamentale per la democrazia e per lo sviluppo di una intera collettività che non può certo rinunciare a nessuna “voce” presente sul territorio”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*