Regione: Giunta approva criteri fondi biblioteche e archivi

Priorità, criteri e modalità di assegnazione dei contributi saranno pubblicati nel Bollettino Ufficiale e nel Sito Istituzionale della Regione Umbria

Regione: Giunta approva criteri fondi biblioteche e archivi

Regione: Giunta approva criteri fondi biblioteche e archivi

La Giunta Regionale, su proposta dell’assessore alla cultura, Fernanda Cecchini, ha approvato priorità, criteri e modalità per l’elaborazione del Programma annuale per la promozione, lo sviluppo e il funzionamento degli Istituti bibliotecari, archivistici e documentari, per la tutela dei relativi beni e per la promozione delle attività connesse per l’anno 2016. “Con le poche risorse a disposizione – ha affermato l’assessore Cecchini – abbiamo indicato le priorità per gli interventi regionali a sostegno di questo importante settore.

La Regione Umbria, con la Legge regionale n. 37/90 “Norme in materia di biblioteche, archivi storici, centri di documentazione, mediateche di Enti locali e di interesse locale”, è chiamata a svolgere, attraverso il Sistema bibliotecario documentario regionale un ruolo attivo al fine di qualificare i servizi per l’utente per favorire l’incremento, la tutela, la valorizzazione e la fruizione dei beni bibliografici, archivistici e documentari; la qualificazione e lo sviluppo diffuso ed omogeneo degli Istituti culturali, anche promuovendo l’istituzione di nuovi servizi; l’integrazione tra le biblioteche degli Enti locali e gli istituti di interesse locale, favorendone la cooperazione; l’integrazione tra le diverse risorse informative degli istituti mediante l’adesione al Servizio Bibliotecario Nazionale; lo sviluppo della ricerca per la tutela e la valorizzazione dei beni bibliografici nonché la promozione di iniziative culturali”.

A disposizione ci sono contributi per un totale di 170.400 euro.

“In seguito ad una valutazione, condotta sui precedenti programmi annuali di attuazione della L.R. 37/90 – ha sottolineato l’assessore – e in considerazione delle esigenze delle biblioteche sono stati dunque individuati gli ambiti prioritari di intervento e sostegno.

Pertanto – ha concluso Cecchini -, i contributi regionali del programma 2016 saranno destinati al sostegno per il funzionamento, l’incremento e la qualificazione degli istituti e servizi inerenti biblioteche, archivi storici, centri di documentazione, mediateche di enti locali e di interesse locale; sostegno per l’attuazione dei programmi d’informazione bibliografica, archivistica e documentaria  e sostegno per la realizzazione dei programmi di tutela, manutenzione e restauro dei beni bibliografici, archivistici e documentari”.

Priorità, criteri e modalità di assegnazione dei contributi saranno pubblicati nel Bollettino Ufficiale e nel Sito Istituzionale della Regione Umbria, mentre la scadenza per la presentazione delle domande resta fissata al prossimo 30 aprile, come indicato dalla legge regionale.

Regione

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*