Presentato console onorario del Messico in Umbria, è Juan Josè Guerra Abud

Antonio Bartolini, sempre più forte il legame tra nostre terre

Presentato console onorario del Messico in Umbria, è Juan Josè Guerra Abud

Presentato console onorario del Messico in Umbria, è Juan Josè Guerra

“Oggi, con l’avvio dell’attività del Consolato onorario del Messico si consolida ulteriormente il rapporto di amicizia e collaborazione che lega la comunità messicana e quella umbra”: lo ha detto l’assessore regionale Antonio Bartolini intervenendo nel pomeriggio, a Palazzo Donini, alla presentazione del nuovo Console Onorario del Messico in Umbria, Margarita Blanca. Presenti l’Ambasciatore del Messico in Italia, Juan Josè Guerra Abud, rappresentanti di enti, istituzioni, di aziende umbre e della comunità messicana.  “Nel corso degli anni – ha aggiunto Bartolini – le relazioni fra Umbria e Messico si sono intensificate.

Oggi c’è una significativa comunità messicana nella nostra regione ed una crescente relazione commerciale e industriale tra i due Paesi, anche con l’insediamento di imprese messicane in Umbria. Recentemente abbiamo sottoscritto una intesa tra la Regione e lo  Stato di Tlaxcala – ha ricordato Bartolini, che ha fatto seguito ad altre intese e relazioni già avviate, come quella dell’Università dei Sapori con lo Stato di Jalisco e legate alle relazioni del Circolo Amerindiano con diversi territori messicani. E’ inoltre cresciuto – ha aggiunto l’assessore – il  sistema di relazioni tra le Università e di scambi culturali tra i due Paesi.

La presenza a Perugia del Consolato onorario contribuirà a rendere più stretti e fruttuosi i legami fra Umbria e Messico, anche quelli legati alle comuni radici spirituali che possono concorrere – ha concluso – ad accrescere scambi reciproci anche sul fronte turistico, in particolar modo quello religioso”. Il Consolato onorario in Umbria – ha ricordato l’ambasciatore del Messico in Italia, Juan Josè Guerra Abud – è stato chiuso nel 2015, ma da allora abbiamo lavorato perché potesse tornare ad essere riaperto e pienamente operativo. Un obiettivo che oggi si realizza con una donna straordinaria che ama l’Umbria ed il suo Paese.

Con la sua presenza qui – ha concluso l’ambasciatore – sono certo che i rapporti economici, culturali e sociali tra Umbria e Messico cresceranno ulteriormente”. “Sono arrivata a Perugia 30 anni ed ho studiato all’Università per Stranieri – ha detto il Console onorario Margherita Blanca – e Perugia e l’Umbria sono la mia seconda Patria. Qui abbiamo una comunità messicana ben inserita in ogni ambito, economico, culturale e sociale. Abbiamo messicani di seconda e terza generazione che vivono in Umbria e che sono il segno tangibile della forte relazione fra le due culture. Dall’economia alla università, dalla cultura al turismo, numerosi sono i campi in cui approfondire e sviluppare i rapporti di scambio e di collaborazione fra Umbria e Messico. Con i suoi tre milioni di anni di storia, 187 siti archeologici aperti al pubblico e 11 mila km di coste – ha concluso – il Messico è pronto ad offrire il meglio di sé e a cogliere ogni ulteriore opportunità di crescita e sviluppo”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*