Prefetto De Miro torna in Sicilia, a Perugia arriva Raffaele Cannizzaro

Il Prefetto Antonella De Miro dopo solamente un anno e mezzo di mandato lascia il capoluogo umbro, per tornare alla sua regione d'origine

Prefetto De Miro torna in Sicilia, a Perugia arriva Raffaele Cannizzaro

Prefetto De Miro torna in Sicilia, a Perugia arriva Raffaele Cannizzaro

Cambio al vertice della Prefetture di Perugia, dopo la decisione del Ministro dell’Interno Angelino Alfano, ratificata nel corso della seduta dello scorso 23 dicembre. A Perugia arriverà il Prefetto Raffaele Cannizzaro dalla provincia di Ancona. Il Prefetto Antonella De Miro dopo solamente un anno e mezzo di mandato lascia il capoluogo umbro, per tornare alla sua regione d’origine: la Sicilia e più precisamente a Palermo.

Pubblichiamo una lettera ricevuta da Libera Umbria a firma di Walter Cardinali

Signor Prefetto,
apprendo dalla stampa la notizia del suo trasferimento a Palermo, una sede prestigiosa e impegnativa nella sua regione di origine. A nome di “Libera Umbria” le esprimo le più sincere felicitazioni per la nomina, legate alla certezza che in quella provincia per molti aspetti “difficile”, Lei riuscirà ad imprimere il segno della sua fattiva personalità nel combattere l’organizzazione mafiosa e l’illegalismo diffuso che spesso si connette alla presenza delle grandi organizzazioni criminali, per affermare i valori di democrazia, civiltà e giustizia della Costituzione.

Nello stesso tempo devo esprimere il rammarico per una collaborazione che si interrompe, il dolore per una separazione. Vogliamo ringraziarLa, signor Prefetto, non solo per la sensibilità verso le istanze di cui siamo stati e siamo portatori, ma per l’impegno complessivo che ha profuso nell’esercizio dei suoi compiti di governo nella nostra Umbria, ove ha saputo brillantemente coniugare competenza e intelligenza, rigore e coraggio. Siamo convinti che il percorso di collaborazione tra istituzioni e società civile da Lei inaugurato proseguirà con successo grazie alle feconde premesse, orgogliosi che la nostra Repubblica produca funzionari di tanto valore e sensibilità democratica.

Nel salutarLa con rispetto, gratitudine e affetto, ci consenta di rivolgerLe i migliori auguri per il compito che lo Stato Le ha affidato e di esprimere la speranza di poterla reincontrare come umbri impegnati per la legalità e la giustizia sociale.

Prefetto De Miro

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*