Piano triennale edilizia scolastica, interventi per 8 milioni di euro

Il Piano 2015-2017 per l’edilizia scolastica comprende interventi selezionati fra quelli presentati dagli Enti locali umbri

Piano triennale edilizia scolastica, interventi per 8 milioni di euro

Piano triennale edilizia scolastica, interventi per 8 milioni di euro PERUGIA – “Con decreto del Ministero dell’Istruzione sono stati autorizzati altri nuovi dieci interventi per la ristrutturazione e il miglioramento degli edifici scolastici umbri”. È quanto afferma l’assessore regionale all’Istruzione, Antonio Bartolini, sottolineando che “si potrà dare così attuazione all’annualità 2016 del Piano triennale di edilizia scolastica presentato dalla Regione e redatto sulla base delle richieste di Comuni e Province beneficiari dei contributi finanziati con mutui trentennali, con oneri di ammortamento a totale carico dello Stato, con i fondi resi disponibili dalla Banca europea per gli investimenti”.

“Gli interventi per i quali è arrivato il via libera, per un totale di circa 8 milioni di euro – spiega l’assessore – riguardano progetti presentati dai Comuni di Marsciano, Giano dell’Umbria, Attigliano, Ficulle, Piegaro, Castel Ritaldi, Fossato di Vico, Monteleone di Orvieto e Narni e un progetto della Provincia di Perugia relativo all’Istituto tecnico economico ‘Scarpellini’ di Foligno. Con il decreto ministeriale, questi Enti vengono autorizzati alla stipula dei contratti di appalto, il cui termine per l’aggiudicazione degli interventi è fissato al 30 giugno prossimo”.

Il Piano 2015-2017 per l’edilizia scolastica comprende interventi selezionati fra quelli presentati dagli Enti locali umbri per il bando regionale del 2015; riguardano lavori di ristrutturazione, messa in sicurezza, adeguamento sismico, miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici, completamento dei lavori già iniziati e non completati per mancanza di finanziamento, costruzione di nuovi edifici.

“Il Piano va avanti speditamente – conclude l’assessore Bartolini – a conferma che per la Regione la sicurezza delle nostre scuole e la loro completa fruibilità sono priorità assolute, a partire dalle zone colpite dal terremoto e in tutto il resto del territorio regionale”.

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*