PERUGIA, VILLA UMBRA, INCONTRO SU OBBLIGO RELAZIONE FINE MANDATO

Villa Umbra
Villa Umbra
Villa Umbra

(umbriajournal.com) PERUGIA – Approfondire gli aspetti relativi al documento obbligatorio di rendicontazione per i Comuni, grazie al quale i cittadini, a fine mandato, possono valutare in modo concreto l’operato degli amministratori: è stato questo il tema dell’incontro organizzato dalla Scuola di Amministrazione Pubblica di Villa Umbra, in collaborazione con Anci Umbria.

“Nel corso della giornata dedicata alla ‘Relazione di fine mandato’ – ha sottolineato l’amministratore unico della Scuola, Alberto Naticchioni, – è stata approfondita la legge n. ‘213 del 7 dicembre 2013’, che introduce importanti novità in materia di controlli interni agli enti locali e che prevede una serie di nuovi adempimenti a carico degli stessi.

La relazione di fine mandato rientra tra questi”. All’iniziativa hanno partecipato il viceprocuratore generale della Corte dei Conti di Perugia, Pasquale Principato, e il docente di Informatica giuridica e di Scienza dell’amministrazione digitale all’Università Telematica della Sapienza, Donato Antonio Limone. Nel corso dell’incontro è stato spiegato che la relazione di fine mandato fornisce una serie di indicatori finanziari e statistici utili a valutare l’operato del Comune.

Si tratta di indicatori oggettivi relativi al quadro economico, al livello dei servizi erogati e all’attuazione del programma amministrativo, che consentono di stabilire se le risorse finanziarie sono state impiegate con efficienza ed efficacia e per quale finalità queste sono state utilizzate.

La relazione, redatta dal responsabile del servizio finanziario o dal segretario generale e sottoscritta dal sindaco non oltre il novantesimo giorno antecedente la data di scadenza del mandato, deve essere trasmessa alla sezione regionale di controllo della Corte dei Conti entro dieci giorni dalla sottoscrizione da parte del primo cittadino. Per una scelta di trasparenza e di partecipazione, è prevista la pubblicazione della relazione sul sito istituzionale dell’ente.

Il documento contiene la descrizione dettagliata delle principali attività normative e amministrative svolte nel periodo di amministrazione ed è previsto uno specifico riferimento al sistema e agli esiti dei controlli interni e agli eventuali rilievi della Corte dei Conti.

Tra i contenuti va inserito il dettaglio delle azioni intraprese per il rispetto dei saldi di finanza pubblica programmati e lo stato del percorso di convergenza verso i fabbisogni standard, la situazione finanziaria e patrimoniale, anche evidenziando le carenze riscontrate nella gestione degli enti controllati dal Comune o dalla Provincia, con l’indicazione delle azioni intraprese per porvi rimedio. Tra le voci previste anche le azioni intraprese per contenere la spesa e lo stato del percorso di convergenza ai fabbisogni standard, nonché la quantificazione della misura dell’indebitamento provinciale o comunale.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*