PERUGIA, PROVINCIA: CONVEGNO CENTRATO SULLE FASI DI PASSAGGIO FEMMINILI

Il Giardino della Salute
Il Giardino della Salute
Il Giardino della Salute

(umbriajournal.com) PERUGIA – Un punto di riferimento per ogni donna che ha bisogno di un sostegno durante una delle fasi di passaggio tipiche femminili: l’articolata attività dell’Associazione “Il giardino della salute” è stata al centro del seminario organizzato dall’Associazione “Sviluppo, Welfare e Innovazione per l’Umbria” svoltosi ieri pomeriggio presso la Sala Pagliacci della Provincia di Perugia. Numerosi gli argomenti affrontati grazie all’intervento di esperti del settore; gravidanza, maternità, menopausa, sono fasi  fisiologiche della vita di ogni donna che, in alcuni casi, possono essere vissute in maniera negativa.

Ed è qui che si inserisce l’Associazione, offrendo attraverso l’incontro con altre donne che stanno vivendo la stessa situazione, un luogo, uno spazio fisico dove confrontarsi e ricevere informazioni. Dopo il saluto del vice presidente della Provincia di Perugia Aviano Rossi che ricopre anche la carica di presidente dell’Associazione SWI per l’Umbria, hanno portato il loro contributo al dibattito Giuseppina Sciarrillo, ostetrica e presidente dell’Associazione “Il giardino della salute”, Rosamaria Stella, psicologa-psicoterapeuta, operatrice ed insegnante del massaggio neonatale, Rosella De Leonibus, psicologa-psicoterapeuta e formatrice e il pediatra Mario Cirulli. Nel sottolineare l’encomiabile lavoro che l’Associazione “Il giardino della salute” sta svolgendo sul territorio di Perugia nel fornire alle donne un aiuto concreto, il vice presidente Rossi ha evidenziato il valore sociale dell’iniziativa a cui seguiranno altri appuntamenti sul tema che si prefiggono proprio l’obiettivo di valorizzare l’impegno svolto quotidianamente delle Associazioni di volontariato.

“La nostra intenzione – ha commentato il presidente di SWI per l’Umbria – è quella di mettere insieme l’immenso patrimonio di competenze e conoscenze delle Associazioni del territorio, fornendo il nostro supporto organizzativo per creare una sinergia reciproca a supporto della comunità. Faranno parte di questo progetto non solo le realtà che operano in ambito sanitario, ma anche quelle del mondo imprenditoriale, culturale e sociale”. “La nostra Associazione nasce nel 2012 da un sogno condiviso tra donne: promuovere e divulgare il concetto di salute dell’individuo nella sua complessità – ha continuato la presidente Sciarrillo – ci è sembrato importante creare uno spazio, un luogo dove offrire informazioni ampie ed esaustive per sostenere gli individui nel compiere le loro scelte”. L’attività dell’Associazione è infatti ampia; si va dai corsi di accompagnamento alla nascita, ad incontri post-parto e massaggio neonatale e corsi di ginnastica per rafforzare il pavimento pelvico.

“L’aiuto più importante per le donne che si trovano a affrontare un momento di difficoltà è quello di incontrarsi in gruppo – ha commentato la psicologa-psicoterapeuta Stella – perché da un lato c’è un punto di riferimento esperto che tiene unito l’insieme e, dall’altro, ci sono le donne/mamme che traggono giovamento dall’incontro e dal confronto reciproco”. L’importanza del sostegno tra donne è stata rimarcata anche dal pediatra Cirulli, specializzato nell’allattamento al seno, che ha avanzato l’ipotesi di offrire corsi di formazione per consulenti alla pari, mamme che aiutano altre mamme e che parlano lo stesso linguaggio. La menopausa  è stata invece approfondita dalla De Leonibus, la quale nel tracciare il cambiamento dal punto di vista demografico verificatosi negli ultimi 100/150 anni che ha permesso alla donna di poter disporre di altri 20 anni di “vita attiva”, ha evidenziato come questo periodo, possa in alcuni casi, essere vissuto in solitudine, causando depressione.

 

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*