MAGIONE, NASCE IL PROGETTO DI POLIZIA MUNICIPALE TRASIMENO NORD EST

Firma convenzione
Firma convenzione
Firma convenzione

(umbriajournal.com) MAGIONE – Firmata questa mattina dal Sindaco di Magione, Massimo Alunni Proietti, e dal Sindaco di Passignano sul Trasimeno, Ermanno Rossi, la convenzione per la gestione in forma associata, ed in via sperimentale, delle funzioni e dei servizi di polizia locale dei due Comuni che vede Magione Comune capofila. Alla firma erano presenti il vicesindaco del Comune di Passignano, Eugenio Rondini; i vigili dei due Comuni, il comandante di Magione, Mario Rubechini e quello di Passignano, Lorenzo Fantilli.

«La convenzione – ha spiegato Massimo Alunni Proietti – nasce dalla consapevolezza che i singoli Comuni non sono più in grado da soli di gestire alcuni servizi tra cui quello svolto dal corpo di Polizia municipale. Il numero del personale, in tutti i comuni, è notevolmente inferiore a quello necessario ma, la legge, non consente ulteriori assunzioni. A questo c’è da aggiungere che oggi il vigile svolge molte funzioni che vanno oltre il semplice controllo del traffico; vedi controllo sulle discariche abusive, inquinamenti, servizi sociali e questo richiede competenze specifiche e personale».

«Non è più possibile, per i singoli Comuni, andare avanti senza convenzionare alcuni servizi – ha dichiarato il sindaco Ermanno Rossi –. Abbiamo approvato in Consiglio comunale l’Unione dei Comuni proprio perché reputiamo che questa sia la strada vincente per dare risposte adeguate alla cittadinanza. Questa relativa alla Polizia Municipale è stata una delle mie prime volontà sin del mio insediamento. Questo accordo rappresenta, quindi, un importante passaggio nel progetto di riuscire ad avere una Polizia municipale dell’area Trasimeno nord con cui saremo in grado di garantire un servizio più efficiente».

La convenzione, stipulata in via sperimentale, avrà la durata di un anno. La convenzione disciplina il funzionamento in forma associata di: attività di accertamento, di prevenzione e repressione degli illeciti amministrativi derivanti dalla violazione di normative, leggi, regolamenti e di ordinanze di autorità regionali e locali; di polizia tributaria, limitatamente alle attività ispettive di vigilanza sull’osservanza delle disposizioni relative ai tributi locali; ausiliarie di pubblica sicurezza, per garantire, in concorso con le altre forze di polizia dello Stato, la sicurezza urbana nell’ambito del territorio di competenza; di informazione, di raccolta di notizie, di accertamento e rilevazione dati e altri compiti eventualmente previsti da leggi o regolamenti, a richiesta delle autorità competenti e degli uffici autorizzati per legge a richiederli; di soccorso in occasione di pubbliche calamità e disastri in raccordo con la protezione civile; di controllo in materia urbanistico-edilizia e tutela dell’ambiente; di vigilanza sull’integrità e la conservazione del patrimonio pubblico dell’ente locale; servizi d’ordine, di rappresentanza, di vigilanza e di scorta necessari per l’espletamento di attività istituzionali dei Comuni associati.

I Comuni, inoltre, attraverso la gestione associata del servizio di polizia locale, si impegnano altresì a sviluppare azioni coordinate volte a garantire più alti livelli di sicurezza urbana e a prevenire i fenomeni di illegalità.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*