Legge stabilità ospedali, a Villa Umbra i criteri di controllo

Al seminario ha partecipato il top management del sistema sanitario umbro

Legge Madia, a Villa Umbra convegno su nuova disciplina delle società pubbliche

Legge stabilità ospedali, a Villa Umbra i criteri di controllo. Interessante confronto a Villa Umbra sull’equilibrio economico-finanziario degli ospedali ed eventuale previsione di piani di rientro previsto nella legge di stabilità 2016. La tavola rotonda, svolta nell’ambito del corso di formazione manageriale per direttori generali, sanitari e amministrativi di aziende sanitarie, organizzato dalla Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica, ha visto la presenza di Angela Adduce del Ministero dell’Economia e delle Finanze e di Natalia di Vivo, Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali (AGENAS) che hanno spiegato la ratio del provvedimento e dato alcune anticipazioni sul decreto già approvato ma non ancora pubblicato in Gazzetta ufficiale.

Con il coordinamento del prof. Andrea Persiani hanno poi preso la parola esponenti delle Regioni Veneto e Toscana che hanno illustrato come si stanno apprestando ad affrontare gli adempimenti legati a questa novità normativa.

Infine Nicola Pinelli, direttore della Federazione Italiana delle Aziende Sanitarie e Ospedaliere (FIASO), ha svolto alcune considerazioni sviluppate su un algoritmo basato sui requisiti del decreto ed applicandolo ad un campione di aziende.

Al seminario ha partecipato il top management del sistema sanitario umbro, la direzione salute della Regione Umbria e rappresentanti di varie altre regioni tra le quali: Abruzzo, Calabria, Emilia Romagna, Liguria e Sardegna. In conclusione dei lavori si è dato appuntamento alla sesta edizione del laboratorio di benchmarking tra sistemi sanitari regionali “Franco Tomassoni”, che si svolgerà dal 20 al 22 ottobre.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*