Le Acli dell’Umbria eleggono il Presidente regionale

Il marscianese Massimo Ceccarelli nuovo Presidente Regionale per il mandato associativo 2016-2020.

Le Acli dell'Umbria eleggono il Presidente regionale

Le Acli dell’Umbria eleggono il Presidente regionale

Venerdì 29 Aprile il Comitato Regionale delle ACLI dell’Umbria ha eletto, all’unanimità,  il marscianese Massimo Ceccarelli nuovo Presidente Regionale per il mandato associativo 2016-2020.

Ceccarelli avrà il compito di coordinare l’attività delle  due provincie umbre e procederà nelle prossime settimane a definire lo staff che sarà impegnato per i prossimi 4 anni a realizzare gli obiettivi indicati nella fase congressuale, rinnovando, secondo i valori fondanti l’Associazione, l’impegno sociale a fianco dei lavoratori, delle famiglie, dei giovani e delle tante persone che hanno bisogno, oggi più che mai, di un sostegno e di un aiuto fraterno e solidale.

Le ACLI provinciali di Perugia hanno nel frattempo già individuato, accanto al nuovo e giovane Presidente Alessandro Moretti, i responsabili dei vari settori:

Cultura e Vita Cristiana avrà come referente Luigi Massini affiancato da Rodolfo Braccalenti; Integrazione di Sistema  Sandro Palombra coadiuvato da Lara Ricci; Famiglia Rodolfo Braccalenti affiancato da Francesco Buratti; Welfare-Giovani avrà come referente Marta Ginettelli, che ricopre anche la funzione di Vice presidente vicario,  affiancata da Lara Ricci; Sviluppo Associativo  Valter Rondoloni  e Sandro Palomba;  Amministrazione e Innovazione Marco Biti e Valter Rondolini; per il settore Over 65 Francesco Buratti e Luigi Massini; e per concludere il settore Comunicazione costituito da Marta Ginettelli e Luigi Massini.

Nei prossimi giorni l’obiettivo si sposterà su Livorno dove dal 5 al 8 Maggio si celebrerà il Congresso Nazionale delle ACLI in cui l’Umbria sarà rappresentata da 9 delegati chiamati a rinnovare gli Organi nazionali del movimento e ad eleggere il nuovo Presidente Nazionale.

Sarà la 25ma volta che gli aclisti italiani si riuniscono in congresso per camminare insieme per riflettere e decidere di questioni importanti che riguardano la propria vita associativa ed il bene comune dell’Italia. Sarà un’occasione per ascoltare riflettere e confrontarsi su quanto sta più a cuore dell’Associazione: la passione intelligente per il presente e il futuro dell’Italia, dell’Europa e di ogni persona.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*